Trionfare a X Factor senza partecipare: il clamoroso successo di Cecco e Cipo

0

Contatti: Sito | Facebook | Twitter

Avrete sicuramente sentito parlare di loro, il duo sbarcato a X Factor che ha portato un’ondata di novità e allegria. Eliminati dal talent show per motivi che nessuno riesce a spiegarsi, hanno cominciato a spopolare sul web, ottenendo certamente la visibilità che meritano. Semplici e umili hanno entusiasmato il pubblico e fatto girare la testa alla Cabello, regalandoci un sorriso con il brano Vacca boia. Abbiamo avuto l’occasione di intervistarli telefonicamente (anche se a parlare a nome di entrambi è stato Cipo, poiché Cecco non era disponibile), conoscendo qualcosa in più sulla loro carriera, sul flirt di Cipo con la bella Victoria e sul loro rapporto con Morgan. Sono simpaticissimi, geniali, un po’ folli e sono su partedeldiscorso.it.

Prima che colleghi siete una coppia di amici. Anche quando scrivete siete in armonia o avete opinioni differenti?

In realtà no. Siamo amici da sempre, siamo cresciuti insieme, ma in realtà siamo due persone completamente opposte. Anche nello scrivere, non lo facciamo mai a quattro mani, ma ognuno scrive i suoi testi e poi ci confrontiamo e ci mettiamo mano dopo: non riusciamo a scrivere insieme, non ci riesce.

È un modo per completarvi.

Esatto.

In una delle vostre canzoni dell’ultimo album contate sulla collaborazione di Lodo Guenzi dei Lo Stato Sociale. Come siete venuti a contatto con il frontman di uno dei gruppi più affermati dell’indie italiano?

In realtà prima di X Factor abbiamo suonato tantissimo per l’Italia, abbiamo avuto modo di incontrare diversi gruppi e uno di quelli con cui abbiamo legato di più è proprio Lo Stato Sociale. Abbiamo lavorato insieme e condiviso serate. È nata una sorta d’amicizia. Semplicemente abbiamo chiesto se gli andava di fare un pezzo insieme, sulle loro corde, affidando a Lodo una parte e ci siamo divertiti, ha accettato volentieri.

Chi sono i prossimi artisti con cui vi piacerebbe collaborare? Sia italiani che non.

Non saprei. Noi siamo molto innamorati della musica italiana più che della musica straniera. Ci piacerebbe senz’altro lavorare con qualche artista italiano. Se si parla di un artista del mercato di oggi, ci piacerebbe tantissimo lavorare con Francesco Tricarico. È sottovalutato, in Italia, ma è un grandissimo artista.

Cecco e Cipo

© Niko Giovanni Coniglio

Un po’ vi somiglia anche, per quanto è stralunato.

(ride, ndr) Esatto, si potrebbe fare qualcosa insieme.

Scrivete sul vostro sito che siete stati esclusi dallo Zecchino d’Oro, ignorati dal Festival Bar e boicottati dagli Mtv Awards. Adesso la domanda dell’anno è: qual è la vostra canzone preferita dello Zecchino d’Oro?

(ride, ndr) Che domanda difficile, non me le ricordo, aspetta.

Il gatto nero, la più classica, ti do io una mano.

Il gatto nero, sì!

Avete un progetto discografico avviato e uno stile vostro. Diciamo che X Factor non vi sarebbe servito molto. Vi siete fiondati tra i provinanti solo per un riscontro di visibilità, perché siete consapevoli di piacere, no?

Sì, esatto, ma non eravamo così tanto consapevoli di piacere. Il provino è andato anche troppo bene, non credevamo di avere un riscontro così grande dal pubblico. Abbiamo avuto una grande risposta, soprattutto dopo l’eliminazione c’è stata una specie di rivolta contro Morgan e quindi il nostro nome è girato tantissimo. Abbiamo partecipato ai provini consapevoli che non era il nostro ambiente, sapevamo che non cercavano quel tipo di cose, che non faceva per noi. Ci siamo presentati senza nessuna pretesa, molto tranquilli, scherzando. Sapevamo che non potevamo entrare dentro. Abbiamo fatto il provino ed è andato bene, forse appunto perché hanno deciso di portare un gruppo come noi, diverso dal solito tipo che viene nel talent, dove cercano più un cantante dotato.

Quindi è questo il motivo per il quale pensi che Morgan vi abbia esclusi?

Io penso che Morgan ci abbia esclusi perché sa come siamo. Però noi non ce l’abbiamo con lui, anzi, dobbiamo ringraziarlo perché se non ci avesse eliminato probabilmente non avremmo raggiunto questi risultati. Se fossimo passati forse avremmo fatto peggio, all’interno del programma. Non siamo in grado di fare cover, di cantare in inglese. Semplicemente ci è arrivata la proposta di fare i provini da parte di X Factor e abbiamo deciso di provare, dopotutto è un’occasione di visibilità. Penso che Morgan ci abbia eliminati perché sapeva che avevamo un progetto tutto nostro alle spalle, siamo una band non affermata, ma che comunque ha un progetto da un po’ di anni e non potevamo maturare all’interno del programma.

Adesso fai tu il giudice. Cosa pensi di Morgan dal punto di vista artistico, Bluvertigo e non?

(ride, ndr) In realtà non sono un fan sfegatato dei Bluvertigo, a dire la verità neanche mi piacciono. Di Morgan non mi piace nemmeno il personaggio, però lo apprezzo da solista. Comunque è da rispettare perché è un grandissimo musicista e ha una cultura immensa. Per il resto non saprei, è molto particolare.

La Cabello dice che siete fuori, Mika vi definisce furbi. Chi ha ragione? Io credo che un po’ ci fate e se fosse così, secondo me, siete davvero geniali. Se ci siete, comunque, pace.

(ride, ndr) Non so dirti, noi abbiamo portato lo spettacolo di sempre, perché in realtà è sempre molto improvvisato. Solitamente, quando facciamo i concerti, abbiamo domande da parte di qualcuno lì, come da parte dei giudici. Dovevamo rispondere ed è venuto molto a caso, come solitamente nei nostri live. La Cabello ha detto che siamo fuori, forse è così.

Ci dai quindi l’assist per l’ultima domanda. Com’è andata con la Cabello?

Guarda, a me piace davvero la Cabello e non lo so, io spero ci sia un continuo tra noi. Era interessante come cosa, no? Vedremo un po’, stiamo tastando il terreno, ma secondo me ci sarà un continuo!

About author

Redazione

Redazione

Attualità, cultura e confronto. Parte del discorso vuole rappresentare ogni lettore e renderlo partecipe al dibattito.

No comments

Potrebbero interessarti

Mark Wahlberg in Boston – Caccia all'uomo

Boston – Caccia all'uomo, ovvero l'attentato a 360° [ANTEPRIMA]

[caption id="attachment_9595" align="aligncenter" width="960"]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi