Cinque curiosità per cinque videogames

0

Mass Effect

curiosità

  • All’uscita del terzo capitolo di Mass Effect, molte copie del prodotto vennero mandate nello spazio tramite appositi palloncini. Il lancio servì per fare in modo che le copie del gioco potesse essere ritrovate al loro ritorno. Nonostante ciò, molte di queste non arrivarono mai sulla Terra… un abbraccio, Adam!?
  • In Mass Effect 2 al bar di Illium si può incontrare la matriarca Aethyta, che di certo non brilla per la sua grande bellezza, ma se berrete il ”Mistery Drink” fino a ubriacarvi cambierà totalmente il proprio aspetto, diventando improvvisamente bella(sia lodato l’alcol!).
  • Ida, l’intelligenza artificiale della Normandy, rimarrà abbastanza stranita dalla richiesta di scansionare il pianeta Urano. Il motivo va ricercato nel nome del pianeta in lingua inglese, ”Ur-anus”, la cui pronuncia può essere equivocata in “Il tuo ano”. Beh, c’è poco da commentare: Bioware colpisce ancora.
  • In Mass Effect 2, nella base degli Eretici, il robot Legion a un certo punto dice : «Produzione in eccesso 1,21 petaWatt». Questo è un chiaro omaggio alla celebre saga cinematografica Back To Future, quando il Doc parla di 1,21 GigoWatt.
  • Le Asari furono create dal desiderio di avere un’unica razza di alieni composta solo da splendide donne. Infatti gli stessi tentacoli che rivestono il ruolo di capigliatura in questa razza sono stati ispirati fortemente dalle acconciature moderne, così come il vestiario dolce e sinuoso. Infine il colore della pelle delle Asari è un omaggio alla razza aliena delle schiave di Orione in Star Trek.
1 2 3 4 5 6

About author

No comments

Potrebbero interessarti

In foto, la Dark Polo Gang

Processo alla Dark Polo Gang

[caption id="attachment_10317" align="alignnone" width="900"]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi