Garage band #06 – PROGETTO DISAGIO

0
  1. Per Quando Sarò Grande Progetto Disagio 4:25
  2. Disordine Progetto Disagio 2:38
  3. Canzone Semplice Progetto Disagio 4:55
  4. I Nomi Alle Stelle Progetto Disagio 3:48
  5. Rivoluzione Progetto Disagio 4:19

Progetto Disagio è il progetto (appunto) cantautorale di Jacopo Mellace, il sesto artista in streaming per Garage Band. Minimale negli arrangiamenti, scomposto nei testi, è come ionon3sisto figlio delle influenze della musica indipendente italiana. Lo stile inequivocabilmente rimanda a quello di tanti affermati artisti del panorama nostrano. Al costo di essere ripetitivi, dobbiamo dirlo: anche qui sentiamo la somiglianza con Fumaretto, che – se nel caso di ionon3sisto era percepibile in una sola canzone in particolare – qui è costante.

Nei suoi testi molto personali troviamo ci sia una malinconia disincantata su cui è bello adagiarsi, piena di aspettative e un mai stucchevole intimismo. Canta di paure e mancanze, Jacopo Mellace (questo il suo vero nome). Scrive di una persona imperfetta, ma comunque migliore di tante altre. Parla di propositi e progetti. Dà perfino ottimi, toccanti, romantici consigli (Non avere paura / di dover andare via / ma nemmeno di ritornare / dovessi avere nostalgia). Un consiglio lo abbiamo anche noi: ascoltatelo. E seguitelo sulla sua pagina Facebook.

Chi sei e da dove vieni?

Mi chiamo Jacopo Mellace, ho 20 anni e vengo da Soverato, in Calabria.

Quando hai cominciato a scrivere canzoni?

Non saprei dire, un po’ da sempre. Ho cominciato a portarle “fuori dalla camera” circa cinque anni fa, con Quel Treno Per Yuma, il gruppo in cui suono. Questo progetto cantautorale invece nasce, a livello teorico, verso la fine dello scorso aprile. Per l’esordio bisognerà aspettare agosto.

Chi sono le tue ispirazioni, se ne hai?

A livello di idee direi il mondo (ride, ndr). Situazioni interne ed esterne, anche se credo siano più frequenti le prime. A livello musicale non saprei definire precisamente. Per questo progetto forse il podio è riservato ai cantautori di oggi e di ieri (da Claudio Lolli a Le Luci Della Centrale Elettrica, per provare a fare un esempio) e i vari artisti/gruppi indie moderni.

Dicci qual è l’ultimo album che hai ascoltato e l’ultimo concerto a cui sei stato.

Mainstream di Calcutta, giusto l’altro ieri. L’ultimo concerto invece risale all’11 agosto: L’Orso a Sellia Marina, con un diluvio che ha fatto di tutto per rovinare la festa. Ovviamente non ci è riuscito.

Perché la musica?

Perché no? Scherzi a parte non saprei davvero come rispondere. Nel senso, è un’ottima amica, per dirla in una maniera pseudo-poetica, quindi mi è sempre venuto abbastanza automatico esprimermi attraverso lei.

Definisci la tua musica in tre aggettivi.

Disagiata (?). Posso ripeterlo per tre volte? Va be’ dai, meglio tornare a essere seri. Direi anche autobiografica e, come mi disse una persona importante, simpatetica.


Garage BandSei un cantautore o hai una band?

Hai degli inediti che aspettano solo di essere ascoltati?

Parte del discorso ti dà la possibilità di metterli in streaming sul suo sito! Per autocandidarti basta mettere Mi piace alla pagina Facebook di Parte del discorso e mandare un’email con oggetto “Garage band” all’indirizzo partedeldiscorso@gmail.com, con una breve bio e almeno quattro brani (anche interi EP o LP sono graditi). Non ci sono scadenze per inoltrare la propria candidatura. Per non perdere nessun aggiornamento sull’iniziativa, vi consigliamo di partecipare all’apposito evento da noi creato. Fatevi avanti, non avete nulla da perdere!

About author

Redazione

Redazione

Attualità, cultura e confronto. Parte del discorso vuole rappresentare ogni lettore e renderlo partecipe al dibattito.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi