Not to disappear: il nuovo viaggio dei Daughter

0
Not to disappear Daughter

La copertina di Not to disappear

Daughter, il nome d’arte scelto da Elena Tonra, perché sembra un difetto di pronuncia, perché richiama il suo attaccamento alla famiglia. Daughter, quello che poi è diventato il trio inglese formato dall’affascinante cantante, dal chitarrista Igor Haefeli e dal percussionista Remi Aguilella. Ve ne avevamo già parlato, tempo fa e adesso è giunta l’ora di farlo ancora, perché col nuovo anno è arrivato anche il loro ultimo lavoro.

Not to disappear è un nuovo viaggio. Un viaggio che in realtà non si è mai interrotto dall’uscita di If you leave e che prende curve e stradine nascoste appartenenti allo stesso percorso. Mi sono innamorata di questo gruppo sin dal primo ascolto e avevo davvero il terrore di rimanere delusa da questo nuovo album: pensavo che tutto ciò che era racchiuso nel primo disco fosse irripetibile. Mi sbagliavo e ne sono contenta. Il loro sound resta inconfondibile e nessuno dei dieci brani può essere definito scontato, ma soprattutto nella mia testa i Daughter continuano a essere ricoperti dal solito alone trascendentale.

Parlo ancora una volta di viaggio perché è esattamente quello che avverto da New Ways, prima traccia, fino a Made of stone. È un continuo innalzarsi sino a raggiungere una dimensione diversa (non è questo che dovrebbe fare la musica?), eclettica, misteriosa.  Non voglio sembrare esagerata o leziosa, ma la loro musica costituisce un’esperienza catartica. La struttura semplice delle loro canzoni e le qualità musicali dei tre artisti non possono competere con il virtuosismo di musicisti leggendari, pertanto risulta difficile giustificare questi elogi. Quello dei Daughter è tuttavia un discorso senza paragoni, prettamente emozionale e accompagnato da elementi che si combinano creando un’armonia perfetta.

If you leave era stato additato come un album essenzialmente triste e le tematiche non esattamente felici su cui si incentrava sembrano ritornare in maniera prorompente anche in Not to disappear. Ma come si può biasimare l’integrità di chi decide di cantare le proprie verità? La Tonra riesce a rendere terribilmente affascinanti la paura, la perdita, l’odio, la solitudine. Le sue parole, come sempre, sono ermetiche, misteriose e inavvicinabili, ma nonostante questo non sente il bisogno di spiegare di più di quello che contengono le sue canzoni. Stavolta però i testi assumono una nota di universalità: le emozioni che prima erano viste in chiave strettamente personale adesso si espandono fino a costituire una voce per tutti coloro che le hanno provate. Bisogna notare anche una nuova freddezza con cui le sensazioni e gli impulsi tipici degli esseri umani vengono scandagliati e talvolta riempiti con una gelida razionalità.

Nonostante questi pezzi siano la colonna sonora perfetta per un giorno di pioggia, questo non deve far pensare che le canzoni acquisiscano sfumature esageratamente tristi. Le melodie non sono mai pedanti. I testi, difficilmente espliciti, sono volutamente ambigui e danno l’impressione di un flusso di coscienza che li rende, più che disperati, incredibilmente affascinanti. Spingono a chiedersi quali storie ci siano dietro a quelle parole che per una personale interpretazione possono diventare quelle di ognuno di noi, lasciando tuttavia il desiderio di prendere un caffè con Elena Tonra.

About author

Anna Scassillo

Anna Scassillo

Anna sarebbe felice se ricevesse una lettera al giorno, ognuna con una storia diversa. È una persona curiosa, ha voglia di conoscere continuamente cose nuove. Terribilmente affascinata dal cinema e dalla letteratura, Anna è innamorata della musica e della sua batteria rossa. Nella vita Anna vuole fare troppe cose e intanto studia alla Scuola Interpreti di Trieste.

No comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi