Quando il teen ti sta stretto

0
teen

Jess Day in New Girl

L’adolescenza, età di cambiamenti, prime esperienze, gioie, pianti, ormoni a palla e ineguagliabile leggerezza; inutile parlarne ancora, ci hanno bombardato con film, libri, canzoni, trame viste e riviste, esasperate da stereotipi che nel bene o nel male, hanno accomunato tutti noi.

Il linea di massima è difficile definire le fasi della vita, i passaggi variano a seconda della persona, non c’è un’età precisa per chiudere con l’infanzia, per imparare a camminare, o parlare, sicuramente in molti casi la mente non va proprio a braccetto col corpo, ma possiamo dire che si è teenager (vocabolo anglofono che useremo come sinonimo di adolescente) dai tredici ai diciannove anni, per motivi linguistici che conosciamo tutti. Ma quello su cui voglio concentrarmi non è questo bel periodo di cui tutti siamo destinati a ricordare solo ed esclusivamente le cose belle (altrimenti non si spiegherebbe il motivo per cui, per tutti gli adulti, l’adolescenza è il periodo migliore della vita umana) bensì quello immediatamente successivo, l’inclassificabile, l’anello mancante della crescita: i ruggenti anni ’20… pardon, i ruggenti vent’anni. Quando oramai non puoi definirti più un teenager (anche se saresti disposto a concordare con i linguisti di tutto il mondo che il numero 20 in inglese possa essere scritto twenteen) ma neanche un adulto, poiché di maturo hai solo la licenza liceale; tutto diventa un po’ più complicato.

Che tu decida di andare all’università o cercarti subito un lavoro, dovrai purtroppo affrontare il mondo reale, del quale fino a qualche mese prima, sapevi poco e nulla. Il tuo carico di responsabilità inizierà a gonfiarsi, fino a farti avere la sensazione di essere sul punto di scoppiare. Capirai che le interrogazioni erano molto meglio degli esame e che tre capitoli erano molto meglio di tre libri. Dovrai confrontarti con persone che ti considerano un numero, o meglio, una matricola. Sopporterai datori di lavoro che approfitteranno della tua inesperienza e marceranno sulla tua ingenuità. Conviverai con un senso di paura, angoscia e confusione, che ti farà chiedere più o meno ogni giorno se hai fatto la scelta giusta, se i tuoi sogni si potranno realizzare, se hai mirato troppo in alto, se il tuo posto è lì con quelle persone o se dovresti cambiare tutto della tua vita. A vent’anni ti sentirai più fragile di un adolescente, poiché avrai acquistato consapevolezza e il tuo nemico più grande sarà la disillusione. È colpa sua se in molti abbandonano. La disillusione ti farà perdere la fiducia, abbatterà i tuoi sogni, distruggerà i tuoi progetti e non ti farà credere più nel percorso che ti sei stabilito, o a quello a cui stai pensando, se glielo lascerai fare.

Ti sentirai straboccante di vuoto, rinchiuso in una facoltà che hanno scelto i tuoi genitori per te, o in alternativa, in un’università che adori, ma che non ti assicura nulla, allora pensi alla crisi economica, al crollo della borsa, alla politica, alla vita; la tua mente farà voli pindarici, che spesso non arriveranno a nessuna conclusione. A vent’anni dovremmo essere incoraggiati ogni giorno, spronati a prendere la nostra vita in mano e fare grandi cose, usare tutte le nostre energie per costruirci un futuro brillante.

Forse siamo ancora un po’ troppo piccoli per essere lasciati allo sbaraglio, non ancora abbastanza maturi per prendere decisioni importanti, forse avremmo bisogno di tempo, di trovare noi stessi… chissà. La verità è che sarebbe bello continuare a credere nelle favole, nei sogni, nelle ambizioni o provare le stesse emozioni forti di quando provavi tutto per la prima volta, senza dare per scontato alcune esperienze già fatte. La verità è che non c’è una verità, o almeno, io a (quasi) vent’anni non la conosco.

About author

Paola De Nicola

Paola De Nicola

Paola De Nicola, diciannove anni, Napoli

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi