Garage band #14 – VERDE

0
  1. Puntini dal satellite Verde 5:05
  2. Gigi Riva Verde 4:53
  3. La nevicata del '14 Verde 3:26
  4. Abby Verde 3:45

Verde nasce nell’inverno del 2013, quando Justin Costantino cercava un nome per il suo nuovo progetto cantautorale, per evitare di presentarsi ai live col suo nome da boss della malavita italo-americana. L’ispirazione arrivò ascoltando Verde dei Diaframma, una delle sue band preferite.

La demo che vi facciamo ascoltare in streaming si intitola anch’essa semplicemente Verde. Alla sua realizzazione partecipano anche il cajonista Domenico Lucera e Ornella Magliozzo, che ne cura il packaging e il logo. Le registrazioni sono state supervisionate da Marco Martorana, che si occupa anche della promozione del progetto.
L’EP è stato realizzato in quattro giorni in maniera molto “camereccia”: Justin e Domenico hanno infatti registrato in due camerette separate da dieci chilometri, usando due registratori vocali e rimpallandosi file audio pieni di errori.

La demo è uscita l’11 febbraio in occasione del live al centro sociale ExKarcere di Palermo. Potete trovarla in streaming sul nostro sito, proprio qui in cima. Buon ascolto!

Chi sei e da dove vieni?

Io sono Justin Costantino, alias Verde, e vengo dalla provincia di Palermo.

Quando hai cominciato a scrivere canzoni?

La scrittura c’è sempre stata nella mia vita, anzi oserei dire che scrivere è la mia passione primaria. Scrivo da sempre, da quando avevo nove anni. Ho scritto di tutto: poesie, racconti, lettere, liste della spesa. Le canzoni le ho cominciate a scrivere dopo che mio padre mi regalò la mia prima chitarra. Avevo sedici anni ed era il Natale del 2005. Di quelle canzoni non ricordo completamente nulla (per fortuna!). Le canzoni più “serie”, per serie intendo “scritte con una coscienza/maturità diversa” le ho cominciate a scrivere circa tre anni fa.

Chi sono le tue ispirazioni, se ne hai?

Sono una persona che si ispira facilmente e sono proprio queste ispirazioni, fuse con ciò che mi capita nella vita e quello che capita intorno, che fanno nascere le mie canzoni. Mi ispirano troppe cose: il cinema (i film di Rossellini e Sollima su tutti), la letteratura (Bukowski, Mauro Corona, Hemingway, Kerouac, Pasolini), il teatro (Marco Paolini, Ascanio Celestini), ovviamente la musica (Baustelle, Bruce Springsteen, 883, The Velvet Underground, il grunge, lo shoegaze, il cantautorato tradizionale e contemporaneo italiano), i quadri di Edward Hopper, la storia (sono proprio un “ammalato” di storia), la Sicilia, il rugby, Roma, José Mourinho e il Jim Beam!

Dicci qual è l’ultimo album che hai ascoltato e l’ultimo concerto a cui sei stato.

L’ultimo album che ho ascoltato è il disco d’esordio de La Scapigliatura. L’ultimo concerto è stato il live al Nautoscopio di Palermo de Le Formiche.

Perché la musica?

Perché la musica è la voce dei muti: puoi raccontare qualsiasi cosa attraverso la musica, puoi creare mondi perfetti per poi distruggerli o farli prosperare, puoi prendere per il culo i potenti, puoi far ballare la gente, puoi regalare un attimo di gioia, di commozione ed è un momento che spezza con tutto ciò che hai fatto prima e quello che farai dopo. Alla musica bastano tre minuti e il gioco è fatto. Dopo una canzone non sei più lo stesso, sia che sia tu a scriverla e cantarla, sia che sia tu ad ascoltarla.

Definisci la tua musica in tre aggettivi.

Rilassante, decadente, a tratti irriverente.


Garage BandSei un cantautore o hai una band?

Hai degli inediti che aspettano solo di essere ascoltati?

Parte del discorso ti dà la possibilità di metterli in streaming sul suo sito! Per autocandidarti basta mettere Mi piace alla pagina Facebook di Parte del discorso e mandare un’email con oggetto “Garage band” all’indirizzo partedeldiscorso@gmail.com, con una breve bio e almeno quattro brani (anche interi EP o LP sono graditi). Non ci sono scadenze per inoltrare la propria candidatura. Per non perdere nessun aggiornamento sull’iniziativa, vi consigliamo di partecipare all’apposito evento da noi creato. Fatevi avanti, non avete nulla da perdere!

About author

Redazione

Redazione

Attualità, cultura e confronto. "Parte del discorso" vuole rappresentare ogni lettore e renderlo partecipe al dibattito.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi