Calcutta al Carroponte: aprono Cosmo e gli Eugenio in Via di Gioia

0
Calcutta al Carroponte: aprono Cosmo e gli Eugenio in Via di Gioia

Calcutta al Carroponte: aprono Cosmo e gli Eugenio in Via di Gioia

Una serata, tre artisti incredibili sul palco del Carroponte, il festival milanese (si tiene precisamente a Sesto San Giovanni) gestito dall’Arci Milano. I numeri sono importanti: 400mila spettatori nell’ultima edizione ne hanno fatto uno dei principali punti d’aggregazione dell’hinterland, per ogni tipo di pubblico. Il programma comprende infatti eventi musicali e cinematografici di grande valore e quello che stiamo per annunciarvi e solo uno degli ultimi della lista, che assicura una chiusura in grande stile. Dopo aver ospitato grandi nomi come Daniele Silvestri, Spartiti, Brunori Sas, Max Gazzè e gli Ex-CSI, ora il Carroponte vedrà esibirsi in una sola serata tre dei musicisti più interessanti della musica nostrana contemporanea.

Calcutta, fenomeno mediatico

Il protagonista sarà Calcutta, rivelazione del panorama indie italiano con il suo album d’esordio Mainstream, pubblicato nel 2015 per Bomba Dischi, in collaborazione con Pot Pot Records. Il video di Cosa mi manchi a fare, primo singolo estratto dall’album, ha ricevuto più di due milioni di visualizzazioni (e numerose parodie). Un successo subito replicato da Oroscopo, una canzone che però lui dice “Non mi rappresenta”. Sarà lui il più atteso sul palco del Carroponte, dove però, a fare da apertura, lo precederanno due artisti straordinari: gli Eugenio in via di gioia e Cosmo.

Cosmo è Marco Jacopo Bianchi, leader dei Drink to me. Con un nuovo album fresco di pubblicazione (L’ultima festa, 8 aprile 2016), Cosmo si afferma come un musicista eclettico, capace di far ballare ma anche di tenere desta l’attenzione con i suoi testi e arrangiamenti calcolati, riempendo così un vuoto nel nostro (scialbo) panorama pop.

Gli Eugenio in via di gioia sono una vecchia conoscenza: arguti, divertenti e a modo loro – come Cosmo – ballabili. Dopo il loro primo EP, EP urrà (2013), hanno pubblicato nel 2014 Lorenzo Federici, album d’esordio che porta il nome del loro bassista. Saranno anche loro sul palco del Carroponte, col il loro irresistibile folk, per chiudere questo triangolo di sound diversi, unici e vivissimi.

Pronti ad ascoltarli tutti?

About author

Redazione

Redazione

Attualità, cultura e confronto. Parte del discorso vuole rappresentare ogni lettore e renderlo partecipe al dibattito.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi