Cinebossy #06 – In & Out

0
Cinebossy #06 – In & Out

Cinebossy #06 – In & Out

In & Out è una commedia del 1997 diretta da Frank Oz, che ricordiamo per un classico del 1986: La piccola bottega degli orrori. La storia ruota attorno a un professore di letteratura inglese, Howard Brackett (Kevin Kline), che scopriremo essere un appassionato di poesia prossimo al matrimonio. Tutto sembra andare secondo i piani fino alla fatidica notte degli Oscar, durante la quale un suo ex studente, Cameron Drake, viene premiato come miglior attore e decide di citarlo nel suo discorso di ringraziamento, dedicandogli il premio e dichiarandolo apertamente gay. A seguito del discorso, la vita di Howard verrà più o meno sconvolta e lo stupore misto a indignazione della piccola cittadina dell’Indiana, in cui vive, lo renderanno quasi una celebrità.

Questa è la prima caratteristica evidente del film, forte della categoria a cui appartiene: l’esagerazione. Tutto è esasperato e spesso la cosa mi ha infastidita, ma mi sono detta che un film che è riuscito a farmi sorridere già nei primi tre minuti non avrebbe certo potuto deludermi. Il professore verrà inseguito dai giornalisti che, non contenti, intervisteranno anche il suo barbiere, il postino, gli studenti; senza parlare del preside, che gli dirà apertamente che per evitare il licenziamento portare a termine il matrimonio era d’obbligo.

Altre peculiarità della pellicola sono le contraddizioni e gli stereotipi. La madre di Howard lo rassicura da subito, assicurandogli che lei e suo padre gli avrebbero voluto bene a prescindere dal suo orientamento sessuale, addirittura anche se fosse stato un ladro o un assassino, purché non avesse annullato le nozze con la sua storica fidanzata. La sveglia con Macho Man mi ha fatto ridere, così come gli amici con gusti ancora “meno virili” di Howard, manifestati proprio mentre lui è profondamente impegnato a dimostrarsi più etero che mai, abbandonando i propri interessi (e Barbra Streisand) per abbracciare invece delle audio cassette apposite.


LEGGI ANCHE: CINEBOSSY #05 – HARRY TI PRESENTO SALLY


Gli stereotipi riguardano i dubbi degli studenti sul professore in seguito al discorso di Cameron: effettivamente, notano, chiaro che venga scambiato per gay. Howard è troppo pulito, intelligente, ama la poesia, insegna letteratura inglese e va in giro su una bicicletta!

Il film prosegue descrivendo con leggerezza e serietà alterne la lotta interiore di una persona a cui tutti hanno improvvisamente imposto di fare chiarezza sulla propria sessualità. A metterlo sotto pressione ci sarà anche la sua ragazza, cosa naturale se non fosse che lo farà per i motivi sbagliati: Emily basa infatti tutta la sua autostima sul fatto che lui volesse sposarla e fosse riuscito a innamorarsi di lei; tutto ciò l’aveva motivata a tal punto da convincerla a perdere circa trenta chili in vista del matrimonio.

Altro personaggio chiave sarà Peter Malloy (Tom Selleck), famoso giornalista gay che inizialmente cercherà di fare i propri interessi per assicurarsi uno scoop ma successivamente sarà di grande sostegno per Howard, così come Cameron Drake in persona.

Si tratta di una pellicola leggera, piacevole e divertente; nonostante in genere non sia proprio quello che scelgo di solito, devo dire che non mi è dispiaciuta nonostante determinati cliché mi abbiano un po’ infastidita.

Sicuramente vi farà sorridere e, forse, alla fine persino commuovere.

Buona visione!


CinebossyUnisciti a Cinebossy! Vota il film che preferisci sul gruppo Facebook e guardalo insieme a noi e alla redazione di Bossy.it l’ultimo giovedì del mese, alle 21.00, commentando su Twitter con l’hashtag ‪#‎cinebossy‬. Corri a iscriverti!

About author

Melissa Vitiello

Melissa Vitiello

21 anni, tra Napoli e Istanbul. "Voglio scrivere perché ho bisogno di eccellere in uno dei mezzi di interpretazione della vita", diceva Sylvia Plath.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi