Comfort food formato parole

0
Illustrazione di Evan and Nichole Robertson

Illustrazione di Evan and Nichole Robertson

When Mary Shelley was sixteen she invented science fiction
the story of a man named Frankeinstein and his creator
she soon learned
little girls with big ideas are much scarier
than monsters


Ho avuto, e ho ancora, con la poesia il rapporto che si ha con la propria versione della coperta di Linus. Ero una di quelle mini-persone che comprava matite su matite per via di tutti quei libri che, poi, avrei stipato in tre diverse librerie (di tre diverse case), sotto il letto, nella scatole vuote delle scarpe e in ogni armadio privato di vestiti. Con le matite inizialmente sottolineavo le mie parti preferite, per poterle ripetere e ripetere o magari scrivere da qualche altra parte – poi, però, iniziai a trovare i miei primi refusi. Ora so che si tratta solamente di leggere distrazioni di stampa e nulla più, ma l’ignara innocenza di anni fa mi fece capire che, se leggi una cosa e la trovi bella e le attribuisci valore, con piccoli o grandi sforzi la puoi migliorare. O forse migliorare non è il termine adatto: plasmare, per rendere possibile a quel valore, che vedi chiaramente riflesso sul fondo di un testo, salire in superficie e indossare un vestito di parole su misura che lo renda perfetto.

Cominciai a esagerare e sui miei libri apparirono commenti, asterischi, parentesi, domande (e domande e domande), nomi di altri autori vicino a brevi frasi in nome di quella inerme capacità di collegare persone come se il tempo non esistesse.

Ancora oggi è più o meno questo lo spettacolo che troverete aprendo a caso quel che c’è nella mia libreria.

Le raccolte di poesia, però, sono un campo di battaglia. A volte provo persino timore e scelgo di non scrivere troppo, perché le valanghe di idee, domande e porte su porte mentali che si aprono sbattendo sono troppe. Allora lascio un segno a matita, come un disordinato asterisco. Se vi capitasse di trovarne tre vicino a una poesia da me letta, vi conviene non chiedermi mai cosa ne penso. Si rischia la mia implosione.


This. this is your call to leap there will always be those
who say you’re too young or
too delicate to make anything happen for yourself but
they
don’t see the part of you that smolders


Credo questi siano tra i motivi più profondi e basilari che mi fanno pensare a tutti questi versi che circolano per il mondo come a una stanza comoda e protetta in cui entrare se si ha bisogno di tempo, aiuto, riflessione, the caldo. Nulla a che fare con tutti quei discorsi tecnici e complessi che si imparano e mettono in pratica quando si vuole davvero andare a fondo e scrutare tutto di ogni cosa – sebbene esistano questi strumenti e siano importanti, a volte si ha bisogno di altro.

Magari stamattina vi siete svegliati felici. Oppure ieri avete perso un ricordo o le chiavi di casa. Magari piove e non vi va di trascinarvi dove dovete andare.

Potreste aver bisogno di aiuto, e il modo più diretto e sincero che mi viene in mente per offrirvelo è lasciare qui nomi di alcune ragazze che – in questi stessi giorni e anni in cui ci alziamo e usciamo e tentiamo ogni giorno di migliorare – stanno scrivendo e scrivendo e hanno bisogno di essere lette (o ascoltate).

References ed approfondimenti
 1. Clementine von Radics, For teenage girls, 2015 Soap Boxing Poetry Slam
 2. Rupi Kaur

[N.d.A.: procedimento di divisione della versificazione ed uso delle maiuscole miei (in linea con le tendenze della slam poetry anglofona), quindi passibili di errore]

About author

Veronica Libori

Veronica Libori

Milanese per adozione e preoccupata di dover parlare di sé in terza persona (ma non a tal punto da preferirle la prima), studia Editoria perché da qualche parte c'è il prossimo Rimbaud e qualcuno dovrà pur trovarlo. Nel tempo libero, la si trova passeggiare senza meta per Milano, bere caffè e tentare di capire come conciliare una carriera che si occupi di libri e attivismo. Probabile membro onorario della famiglia Glass.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi