CINEBOSSY #07 – Priscilla, la regina del deserto

0
Cinebossy #07 – Priscilla, la regina del deserto

Cinebossy #07 – Priscilla, la regina del deserto

Priscilla, la Regina del Deserto (1994) è un drama-comedy australiano, diretto dal regista Stephan Elliott e vincitore del Premio Oscar per i migliori costumi nel 1995.

Il film narra le (dis)avventure di una transessuale (Terence Stamp nei panni di Bernadette) e due drag queen di Sydney (Hugo Weaving e Guy Pearce nei ruoli di Mitzi e Felicia) che partono alla volta di Alice Springs, una località nel bel mezzo del deserto australiano, per una tournée itinerante che li porterà al Lasseters Hotel Casino, diretto dalla moglie di Mitzi.

Mitzi, Felicia e Bernadette attraversano il deserto a bordo di un bus rosa che chiameranno Priscilla. Dentro il bus, gli appariscenti costumi di scena, parrucche, boa, lustrini e il passato delle tre protagoniste.

Dopo gli asti iniziali (in particolare tra Bernadette e Felicia), le tre Regine, costrette a una convivenza forzata nell’arido deserto rosso australiano, impareranno ad apprezzare pregi e difetti delle altre fino a capire quanto siano essenziali l’una per la sopravvivenza dell’altra. Nel corso del film, le tre dovranno affrontare vari problemi (dai continui guasti al motore al bigottismo di provincia) che le metteranno a dura prova, ma saranno le fondamenta di un’amicizia sincera e duratura.

Il secondo lungometraggio di Elliott fu un vero successo al botteghino e fece da apripista a vari film a tematica LGBT nella cultura pop occidentale. Audacia registica che spinge lo spettatore, malgrado i toni per lo più comici e brillanti, a riflettere su tematiche molto delicate – soprattutto se si tiene in mente che si parla del 1994 –, sulla scia del poco lontano ostracismo subito dalla comunità in seguito all’epidemia di AIDS negli anni ’80.

In una società che si dimostra, nei fatti, ancora tristemente restia ad accettare le mille sfaccettature della comunità LGBT , Priscilla ci ricorda l’importanza del rispetto. E lo fa in maniera sottile, tra l’ironia pungente di Bernadette, l’esuberanza di Felicia e la timidezza di Mitzi.


CinebossyUnisciti a Cinebossy! Vota il film che preferisci sul gruppo Facebook e guardalo insieme a noi e alla redazione di Bossy.it l’ultimo giovedì del mese, alle 21.00, commentando su Twitter con l’hashtag ‪#‎cinebossy‬. Corri a iscriverti!

About author

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi