I Thegiornalisti e l'esattezza calviniana

0
I Thegiornalisti in una foto di Claudia Zalla

I Thegiornalisti in una foto di Claudia Zalla

Anni fa, pochi lo immaginavano: eppure è successo. Il trio composto da Tommaso Paradiso, Marco Antonio Musella e Marco Primavera non è solamente giunto alla pubblicazione del quarto album – l’acclamato Completamente Sold Out –, ma è anche riuscito a imporsi nel panorama nazionale. La fama raggiunta dai Thegiornalisti, complesso formatosi a Roma nel 2009, stupisce soprattutto se si considerano due tratti che denotano tuttora il gruppo: le sonorità proposte dal medesimo, che si discostano nettamente dalle voghe che opprimono la canzone italiana, e l’ambiente indipendente nel quale affonda le proprie radici, ben rappresentato dalle case discografiche con le quali il trio ha collaborato e collabora – da Boombica Records a Foolica Records, fino alla più popolare Carosello Records.

Un percorso brillante, descritto con semplicità ed emozione dallo stesso Tommaso Paradiso in un recente documentario (Italian Sound – Thegiornalisti, trasmesso da Sky Arte): un iter che con l’ultimo disco ha confermato le abilità del trio e ha palesato pure il grado di maturità ormai conquistato dal complesso.

Dinanzi a traguardi tanto pregevoli, è legittimo porsi una domanda: qual è il segreto che rende così apprezzabile la musica dei Thegiornalisti? Qual è il quid che regala alle canzoni del gruppo romano il potere di stregare intere folle, ossia l’incanto che qualsiasi artista ricerca?

Ebbene, la risposta proviene dal passato: da un passato non troppo lontano, da un ambito diverso da quello musicale e da una figura che ha segnato la storia.

6 giugno 1984: Italo Calvino viene ufficialmente invitato dalla Harvard University a tenere le Charles Eliot Norton Poetry Lectures, sei conferenze dedicate a qualsiasi forma di poesia durante le quali Calvino avrebbe potuto trattare liberamente di qualsiasi tema. Come spiega la moglie del noto autore nell’introduzione relativa all’opera, Calvino sviluppò presto una forte ossessione rispetto alla stesura di tali lezioni, ma prima di riuscire a completarle e a leggerle dinanzi agli studenti dell’ateneo statunitense, morì. Dai materiali elaborati da Calvino sono state estratte le Lezioni americane, magnifico scrigno colmo di preziosi tesori – riflessioni intorno al futuro della letteratura animate da profonda saggezza.

La terza lezione composta dall’autore concerne l’esattezza, uno dei valori che Calvino vorrebbe preservare anche nel nuovo millennio, e la stessa viene così definita da Calvino: “Esattezza vuol dire per me soprattutto tre cose: 1) un disegno dell’opera ben definito e ben calcolato; 2) l’evocazione d’immagini visuali nitide, incisive, memorabili […]; 3) un linguaggio il più preciso possibile come lessico e come resa delle sfumature del pensiero e dell’immaginazione”. Esaminando in maniera più approfondita il concetto di esattezza, Calvino associa alla stessa anche altre peculiarità, caratteristiche apparentemente contrastanti: attestando che il bello poetico cui si riferisce Leopardi nei propri scritti è un bello che scaturisce dal “vago” e dall’“indefinito”, Calvino scandaglia con attenzione alcune note provenienti dallo Zibaldone e scrive: “Ecco dunque cosa richiede da noi Leopardi per farci gustare la bellezza dell’indeterminato e del vago! È un’attenzione estremamente meticolosa che egli esige nella composizione di ogni immagine, nella definizione minuziosa dei dettagli, nella scelta degli oggetti, dell’illuminazione, dell’atmosfera, per raggiungere la vaghezza desiderata. […] Il poeta del vago può essere solo il poeta della precisione, che sa cogliere la sensazione più sottile con occhio, orecchio, mano pronti e sicuri”.

E così si risolve l’arcano! La bellezza dell’ultimo album dei Thegiornalisti sta proprio nelle parole di Calvino: una bellezza alla quale tanti altri artisti sono giunti, una bellezza che anche i Thegiornalisti hanno toccato, una bellezza che esalta il complesso romano e che, come specificato, ne svela la maturità – meta alla quale lo stesso Paradiso, che lo spiega nel documentario di cui prima, sente di essere pervenuto.

La musica dei Thegiornalisti, infatti, oscilla sia sonoramente sia testualmente tra l’esattezza calviniana e il vago da cui sgorga il bello descritto da Leopardi: è un dipinto nel quale si snodano nitidamente, con limpida e toccante chiarezza, immagini icastiche – aggettivo al quale lo stesso Calvino si riferisce –, ossia immagini che segnano tra le increspature del cuore note e parole difficili da scordare, difficili da ignorare. Completamente Sold Out, attraversato da dolci sintetizzatori che ricordano gli anni Ottanta, dalla passionale voce di Paradiso, e da soluzioni che a tanti ricordano altrettanti eroi della canzone italiana, trae dai vaghi riferimenti che lo contornano la forza espressiva che lo rende un disco coeso, rispondente proprio a un disegno “ben definito e ben calcolato”: persino i video con i quali sono stati promossi alcuni dei singoli derivanti dall’album palesano un’estetica che si adegua squisitamente alla visione composta dal trio.

Una visione che, come ha chiarito Tommaso Paradiso durante un’intervista per Panorama, guarda all’Italia spensierata degli anni Ottanta, all’Italia della Vespa e di Vacanze di Natale: un’Italia dalla colorata tenerezza, un’Italia nella quale Paradiso scorge parole che s’infilano in testi semplicemente veri, veri come “la strada e le stelle” verso le quali protendono il proprio canto i Thegiornalisti.

About author

Francesco Formigari

Francesco Formigari

Ai gentili curiosi. Carissimi, Francesco Formigari non s'acchiappa né s'ingabbia, ma si nasconde tra le virgole e gli spazi che con pazienza ammucchia. Vi saluta con affetto.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi