Indiegeno Fest: scoperta di musica e territorio

0

Chi legge questo sito da tempo, sa che ormai per me partecipare all’Indiegeno Fest è una tradizione. È una realtà che sta crescendo con gli anni e che attira sempre più persone alla scoperta delle bellissime località che offre il Golfo di Patti (ME). Quest’anno non ci siamo limitati a parlare delle due serate conclusive che si terranno al Teatro Greco di Tindari e che vedranno come ospiti Carmen Consoli e Brunori Sas, bensì abbiamo deciso di godere appieno dell’aria indigena che si respira, partecipando anche ad altre serate, come quella che si è tenuta sulla spiaggia di Patti Marina (ME) e ha visto come ospiti Julico, Chiara dello Iacovo, So Does Your Mother, Renzo Rubino ed Ex-Otago.

Una delle cose belle di questo festival – e non smetterò mai di dirlo – è la possibilità che offre di conoscere nuove realtà, nuovi artisti e buona musica. Julico è un cantante sud-americano trapiantato nelle Marche, che nelle sue canzoni cerca di unire le sue tradizioni indigene con parole e testi in italiano. L’esperimento è assolutamente riuscito e l’atmosfera si anima già. Dopo qualche canzone, è la dolcissima Chiara dello Iacovo a salire sul palco, non prima di aver duettato con Julico. A parte piccoli problemi con gli strumenti all’inizio, la bravura di Chiara mi lascia – personalmente – senza fiato. Provate soltanto a immaginare una ragazza di Asti che parla romano… la sua semplicità e la sua bravura lasciano piacevolmente stupiti.

È poi il turno dei So Does Your Mother – che personalmente non conoscevo – e sono tantissimi! Il gruppo è composto da nove persone che forse facevano anche un po’ fatica a stare su un palco così piccolo. Lo spazio però non li ferma, anzi! È un’ottima scusa per far alzare tutti e iniziare a ballare insieme seguendo un ritmo travolgente. L’atmosfera con Renzo Rubino si calma leggermente: tra un tributo emozionante a Lucio Dalla e canzoni come Il postino, Pop e La vita affidata all’oroscopo della Gazzetta tutta la spiaggia si lascia coinvolgere e diventa quasi un tutt’uno con l’artista.

La luna piena è ormai alta in cielo, lo spettacolo però non si ferma: è il turno degli Ex-Otago. Il gruppo genovese intona le canzoni di Marassi (il loro album). Ma siamo a Patti o a Genova? Facciamo un po’ di fatica a capirlo… una cosa che la Liguria e la Sicilia hanno in comune è il mare… quindi perché non approfittarne?

“È un concerto sulla spiaggia, quindi, vi proporrei, appena finito di suonare, un bel tuffo in queste acque meravigliose. Chi è con me alzi la mano!”

Non sembra vero, ma è realmente finita così. Sono le due di notte e la serata si conclude con un meraviglioso tuffo rinfrescante in acqua… insieme agli Ex-Otago, al team dell’Indiegeno e i camerieri del Lido Maracaibo che hanno ospitato la serata. Siete ancora dell’idea che non valga la pensa esserci? Parafrasando proprio gli Ex-Otago: “Per non esserci all’Indiegeno… ci vuole molto coraggio”.

About author

Alessia Scarpinati

Alessia Scarpinati

Sono nata giusto in tempo per capire che le cose belle della vita sono tante, che scrivere di me è fondamentale e che non riuscirei a vivere in un mondo senza musica, concerti, libri e attori inglesi.

No comments

Potrebbero interessarti

Vietato l'ingresso agli uomini: sono sempre più diffuse le palestre riservate alle donne, che puntano a tenere lontani gli sguardi maschili indesiderati.

Palestre per donne: sfuggire alle molestie con la segregazione

[caption id="attachment_12615" align="aligncenter" width="1280"]Vietato l'ingresso agli uomini: sono sempre più diffuse...            </div>
        </article>
        
        </div>
    
</div><!-- .recommend-box -->        		            <script>
                ytframe_ID = [];
            </script>
            
            <div class=

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi