Guarda in anteprima Wet Parades, il nuovo video dei Groots

0

Dopo un’intesa attività di live e promozione del loro album, Personal Clichés, è finalmente online il primo video dei Groots, Wet Parades, in anteprima qui su Parte del discorso.

Wet Parades racconta il desiderio d’indipendenza che si scontra con la realtà e l’incapacità di spiccare il volo. Questo scontro alimenta la frustrazione e ci porta a vedere negli altri degli ostacoli, ma l’unico vero ostacolo alla nostra libertà siamo noi stessi.

Wet Parades, il video diretto da Federico Cesaroni

Il video di Wet Parades trasferisce in immagini quella spensieratezza in cui  si rifugia il protagonista del brano per sfuggire alle preoccupazioni e alla paura di non riuscire a distaccarsi dal proprio nido. Federico Cesaroni, regista del video, crea un contrasto tra testo e immagini rendendo Wet Parades la canzone perfetta per la fine dell’estate.

«Wet Parades racconta la frustrazione che si prova nel non vedere il proprio desiderio di emancipazione soddisfatto e il vano tentativo di scaricare la colpa di ciò su qualcun altro, quando in realtà forse non si sarebbe comunque pronti a lasciarsi le proprie radici alle spalle». Così Giorgia, cantante dei Groots, descrive il loro brano: «Il contrasto tra dipendenza ed emancipazione, tra preoccupazione e spensieratezza è rappresentato nel video dalla pioggia e dal sole: da un’uggiosa giornata a fantasticare su una vita migliore a una festa in piscina sotto il sole con musica, amici e nessuna preoccupazione».


Bio

I Groots sono una band vecchio stile: passione per la musica e tenacia sono le parole chiave di questi cinque ragazzi. Hanno iniziato il loro percorso nel 2014 tra garage e cover per giungere alla fine in sala prova e registrare il loro primo album, Personal Clichès, che ha portato tante soddisfazioni tra ottime recensioni, interviste e la possibilità di suonare in diversi locali. Nel estate 2017 i ragazzi vengono scelti dal Memorabilia festival per esibirsi durante lo spettacolo di fianco a nomi come Fast Animals and Slow Kids, CLAVER GOLD e Tmhh.

Contatti

Twitter | Facebook | Instagram

About author

Redazione

Redazione

Attualità, cultura e confronto. Parte del discorso vuole rappresentare ogni lettore e renderlo partecipe al dibattito.

No comments

Potrebbero interessarti

In foto, il musicista e produttore discografico Stephen Wilkinson, in arte Bibio

MusiCHE? #01 – La strada dell'ambivalenza

Cos’è l’ambivalenza? È qualcosa che si presenta sotto aspetti diversi ma non necessariamente contrapposti, un unicum che stranamente è anche doppio, triplo, quadruplo. È ambivalente qualcosa ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi