Il Melodrama World Tour fa scatenare ed emozionare il Fabrique

0
La tappa milanese del Melodrama Tour di Lorde © partedeldiscorso.it / Loredana Desiato

La tappa milanese del Melodrama Tour di Lorde © partedeldiscorso.it / Loredana Desiato

Dopo un’attesa lunga quattro anni, il tour di Lorde arriva finalmente a Milano. Una delle voci più belle e interessanti degli ultimi tempi, che con l’ultimo disco Melodrama ha saputo confermare il suo talento dal punto di vista musicale e messo in risalto la sua personalità fuori dal comune.

Il Fabrique era letteralmente pieno, una folla che ha saputo decisamente dare tutto il suo calore all’artista dal primo all’ultimo pezzo. Il palco era molto minimal, i musicisti quasi non si notavano, e su alcuni pezzi la voce di Lorde è stata accompagnata da una coreografia fatta da due ballerine, che fortificava l’impatto emotivo di alcuni brani, rendendoli quasi magici.

Con Homemade Dynamite si spengono le luci e parte la musica, seguita poi da Magnets (duetto fatto con i Disclosure risalente al 2015) e Hard Feelings. La prima parte di questo concerto mette in risalto l’anima più cupa e tenebrosa della cantante, che indossa un lungo abito nero sottolineando la sua bellezza fuori dagli standard. La sua voce e la sua presenza scenica la rendono unica nel suo genere, diciamocelo: ventenni così non se ne trovano in giro. Eppure, una voce così potente riesce a essere allo stesso tempo fragile, che quando decide di lasciarsi trasportare dalle proprie emozioni diventa quasi imperfetta ma totalmente vera.

La seconda parte della serata diventa più romantica, delicata, sognante. Lo si può notare dal cambio d’abito e dall’arrivo sul palco di enormi luci a forma di fiori. Da questo momento Lorde sembra essere nella sua camera, senza filtri, e inizia a raccontare di sé. Il feedback con i fan continua a essere incantevole, sorride e non smette di ringraziare chi è sotto il palco ad ascoltarla. Il momento più emozionante e intenso è stato sicuramente Liability. Ci parla della solitudine, dei “tu sei troppo per me” ricevuti e di riuscire a essere felici di ciò che si è, di non cambiare per gli altri. Invita a cantare con lei questo masterpiece dell’ultimo disco e improvvisamente le lucine dei cellulari illuminano il Fabrique.

Si passa da un momento così intimo a uno più elettrizzante. L’ultima parte dell’evento fa ballare, saltare, urlare. Si respira aria di spensieratezza. Si inizia con la cover di Somebody Else dei The 1975 (band indie-rock di Manchester) che ha fatto impazzire tutti. Con Supercut nessuno riusciva a stare fermo, con Royals (canzone che l’ha portata al successo nel 2013) la sua voce era quasi coperta dai fan, che in migliaia cantavano all’unisono. Con Team si è catapultata sul pubblico, stringendo forte le mani di chi era lì ad aspettarla dalla sera prima e dalle prime ore del mattino, un brano pazzesco e sicuramente uno dei più caratteristici di Pure Heroine.

Green Light è stato decisamente il manifesto della serata, il marchio di questa era. Luci verdi, coriandoli a forma di stelline, mani verso il cielo. Guardare tutto questo da in fondo alla sala è stato assurdo ed elettrizzante.

L’aggettivo più adatto per il Melodrama Tour è sicuramente “magico”, come se per un’ora e mezza fossimo stati in una dimensione parallela. È stato un live sensazionale: ci ha fatto piangere, ci ha dato energia, ci ha fatto sentire speciali. Sentiremo ancora parlare di lei e ci lasceremo ancora travolgere dalla sua voce.

About author

Loredana Desiato

Loredana Desiato

Da sempre appassionata dell’arte, del cinema, del giornalismo e sopratutto della fotografia. Ho iniziato a scattare all’età di 15 anni e da allora non ho più smesso. Amo viaggiare e amo raccontare attraverso i miei scatti, mi affascina l’idea di riuscire ad intrappolare emozioni per sempre.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi