C'est la vie: anche i matrimoni fanno ridere [ANTEPRIMA]

0
Immagine tratta dal film C'est la vie – Prendila come viene, dai registi di Quasi Amici Eric Toledano e Olivier Nakache

Immagine tratta dal film C’est la vie – Prendila come viene, dai registi di Quasi Amici Eric Toledano e Olivier Nakache

C’est la vie – Prendila come viene nasce dalle menti del film campione d’incassi Quasi AmiciEric Toledano e Olivier Nakache. La nuova commedia francese, presentata durante la Festa del Cinema di Roma, vede un cast molto interessante: Jean Pierre Bacri, Gilles Lellouche, Jean Paul Rouve, Vincent Macaigne, Alban Ivanov, Eve Haidara, Suzanne Clèment, Hèlène Vincent e per ultimo ma non meno importante Benjamin Lavernhe.

C’est la vie racconterebbe una storia apparentemente poco interessante e originale, se ci si fermasse ad una prima lettura della sinossi ufficiale. Forse la sfida per la coppia Toledano-Nakache è stata proprio questa: raccontare il giorno più importante nella vita di molte persone, quello del proprio matrimonio, ma in una chiave nuova e totalmente originale che si aprisse soprattutto a prospettive inedite per il genere della commedia.

La storia si apre in un giorno speciale, dedicato ai preparativi di un matrimonio. Tutto dovrebbe risultare magico, preciso e quello di cui si ha bisogno è talvolta un ottimo organizzatore di eventi. In C’est la vie il wedding planner Max e il suo team sembrano essere i migliori organizzatori sul territorio, soprattutto per il matrimonio che vedrà protagonisti Pierre ed Elena.

I due giovani innamorati hanno deciso di sposarsi fuori Parigi, in un castello antico e romantico risalente al secolo XVII. Il matrimonio tra Pierre ed Elena risulta per fortuna solo il punto di partenza di questa pellicola, dal quale si sviluppano una serie di gag, storie con dei dissapori profondi, riflessioni, emozioni reali e soprattutto consigli per la vita da “quasi amici”.

La macchina da presa nelle mani di Toledano e Nakache si muove con estrema discrezione, spiando e correndo spesso dietro i personaggi. Il castello è un’ambientazione perfetta che sposa il tentativo dei registi di sottolineare, sin dalle prime sequenze, i sentimenti del protagonista, soprattutto nello scorrere del tempo e nel contrasto tra la luce del giorno, quando tutto sembra ancora rimediabile, alla notte, quando ogni elemento nella vita di Max e nell’organizzazione del matrimonio ordita dal fanatico Pierre va letteralmente a rotoli.

Il vecchio ormai stanco e disilluso Max, che si aggira senza mai riposarsi nella hall della fortezza e dietro le quinte, dove spesso è costretto a rimediare alle molteplici dimenticanze della sua squadra, è il personaggio a cui viene consegnata la parabola sacra di questo film: «Come possiamo preservare, nonostante tutto, il nostro senso di divertimento?».

C’est la vie riesce nel tentativo più ambizioso del duo, quello di intrattenere il pubblico fino allo scioglimento della storia, mostrando attraverso una semplice organizzazione di una cerimonia matrimoniale, la vita in tutte le sue sfaccettature. L’attenta caratterizzazione dei singoli personaggi che animano il team, capeggiato dal signor Max, riescono nel desiderio più ardito dai registi di questa commedia così originale e strampalata: rendere straordinario il racconto di un matrimonio ordinario.

Immagine tratta dal film C'est la vie – Prendila come viene, dai registi di Quasi Amici Eric Toledano e Olivier Nakache

Immagine tratta dal film C’est la vie – Prendila come viene, dai registi di Quasi Amici Eric Toledano e Olivier Nakache

Il giorno delle nozze tra Pierre ed Elena si trasforma dunque in una serie di sottotrame comiche e teatrali, che prendono vita a causa delle singolari imprudenze di ogni personaggio. Insomma non potrebbe esistere C’est la vie senza uno staff ligio quanto inetto: Julien, un uomo decisamente fin troppo romantico e fissato con il “bel parlare”; James, un cantante animatore sorpassato; Guy, un fotografo scroccone e senza ispirazione; Josiane, amante in crisi di Max; Adèle, co-direttrice stizzita di Max. Per non parlare dei camerieri clandestini. Questi sono solo alcuni dei membri di una squadra multietnica che lavora per rendere unico il giorno più bello della vita dei due sposi.

Nulla va come previsto e nella seconda parte di questa commedia corale si raggiunge una comicità a dir poco esemplare che non ostacola comunque la buona riuscita dell’evento.

C’est la vie è uno spettacolo per gli occhi e l’udito, uno show cinematografico ben ritmato inoltre dall’uso che Toledano e Nakache hanno prodotto utilizzando la musica jazz del promettente artista Avishai Cohen, un sound che accompagna tutta la storia investendo le situazioni del team, degli ospiti invitati e del poco simpatico futuro sposo Pierre.

Dopo Quasi Amici, arriva nelle sale una storia semplicemente divertente e senza piccolezze. Da vedere assolutamente.

About author

Silvia Pompi

Silvia Pompi

Nasce a Roma negli anni '90 in un giorno di primavera all'ora del caffè post-abbuffata. Cresce in compagnia di Kinder Cereali, pizzette rosse, succhi di pera, il cane Wendy e le VHS horror. La Casa di Sam Raimi sarà la principale causa della sua infatuazione per il cinema. All'università si specializza in Cinema e produzione multimediale. Durante i cinque anni accademici diventa una web radio speaker. Crede fermamente nelle avventure e in quella vocina che tutti chiamano coscienza, ma che lei chiama volontà. "Yes, I can do it".

No comments

Potrebbero interessarti

Italian singer Ermal Meta performs on stage during the Sanremo Italian Song Festival, at the Ariston theater in Sanremo, Italy, 12 February 2016. The 66th Festival della Canzone Italiana runs from 09 to 13 February. ANSA/ETTORE FERRARI

Ermal Meta: «La musica ti sceglie»

Ermal Meta è il terzo classificato a Sanremo 2016 tra le "Nuove Proposte", abbiamo avuto l'opportunità di intervistarlo e parlare di musica, arte e dei ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi