Sense8 e la sua importanza oggi | #BeProud

0
Il cast di Sense8, la serie Netflix diretta da Lana e Lilly Wachowski

Il cast di Sense8, la serie Netflix diretta da Lana e Lilly Wachowski

Sense8 è una delle serie originali Netflix che più ha fatto discutere. Racconta la storia di otto ragazzi tra di loro sconosciuti, che provengono da diverse parti del mondo e che però… sono collegati tra di loro. Sono nati tutti lo stesso giorno e hanno un legame che è più forte di qualsiasi altro. Ciò che sin da subito ha attirato la mia attenzione, però, non è stata la trama, ma la varietà del cast e delle tematiche trattate.

La serie, ideata e diretta da Lana e Lilly Wachowski, non si limita soltanto a trattare tematiche come diversità culturale, povertà, crimine organizzato. Parla, con tutta la sensibilità possibile e tutta la naturalezza del mondo, anche della realtà LGBT in tutte le sue sfumature.

Sense8 è composto da due stagioni e due episodi speciali. In realtà, le sorelle Wachowski avevano materiale per svilupparne almeno cinque, ma gli eccessivi costi della serie hanno spinto Netflix a non rinnovarla oltre una seconda stagione. È stato solo grazie alla mobilitazione dei fan di tutto il mondo che si è poi deciso di dare una conclusione alla narrazione, con un ultimo episodio speciale uscito l’8 giugno 2018.

I protagonisti membri di questo cluster sono: Lito Rodriguez, un attore gay sudamericano; Nomi Marks, un’attivista e blogger trans e lesbica; Riley Blue, una DJ islandese; Wolfgang Bogdanow, un ladro di professione tedesco; Sun Bak, amministratrice aziendale sudcoreana (e anche campionessa di boxe); Capheus, un autista di autobus kenyano; Will Gorski, un poliziotto di Chicago; Kala Danekar, una farmacista indu profondamente religiosa.

Non vorrei andare oltre a parlare della serie in sé (anche perché finirei per fare spoiler). Vorrei piuttosto analizzare il messaggio che passa da ogni puntata e che è palese anche dal titolo dell’ultimo episodio della serie: amor vincit omnia.

L’amore in questa serie vince sopra ogni cosa: vince le difficoltà, vince le distanze, vince le differenze. È un amore puro, vero; è un amore fraterno. Guardando questa serie, non posso fare a meno di chiedermi: ma se scoprissi un giorno di avere un rapporto del genere con altre sette persone sparse nel mondo, cosa farei? Cosa farei io se fossi al posto loro? E me lo chiedo non solo perché mi piacerebbe avere la forza di otto persone concentrate in una, ma perché al giorno d’oggi abbiamo perso la fiducia negli altri. Per i sense8 il fatto di avere queste persone intorno e nella loro testa non si pone come un problema: loro ci sono sempre l’uno per l’altro.

Together untill the end: il poster annuncia l'ultimo episodio di Sense8, la serie Netflix diretta da Lana e Lilly Wachowski

Together untill the end: il poster annuncia l’ultimo episodio di Sense8, la serie Netflix diretta da Lana e Lilly Wachowski

Together untill the end”, recita un poster promozionale. Ed è proprio così. Se non fosse stato per il caloroso affetto dei fan, per l’acclamazione che questa serie ha avuto in tutto il mondo, probabilmente non avremmo nemmeno avuto una conclusione.

riferimenti al Pride, i discorsi politici non mancano. Mi sono commossa quando, nella prima stagione, Nomi ricorda ad Amanita (la sua compagna, interpretata da Freema Agyeman) quando si sono conosciute, il loro primo Pride insieme, l’inizio della loro storia d’amore. Sempre nella prima stagione, un’altra sequenza che ho amato – e che tutt’oggi mi commuove ancora – è quella in cui tutti i protagonisti cantano insieme Whats Up dei 4NonBlondes.

Credo che Sense8 non sia semplicemente una serie, ma qualcosa di più profondo e di universale. Parla di diversità non in maniera esclusiva, ma inclusiva. Le diversità uniscono, la cerchia dei sens8 è così forte proprio perché molto diversa. Perché l’unione fa la forza, ma sono le differenze che ci rafforzano.

In un periodo storico in cui si è sempre molto divisi, si ha paura del diverso, dell’Altro perché straniero, per la sua sessualità o perché povero, sarebbe bene ricordare ogni tanto che le persone sono diverse dai nostri stereotipi. Esistono serie TV come questa che, per quanto possano apparentemente essere destinate solo allo svago, diffondo in realtà con estrema immediatezza messaggi fondamentali.

Mi piacerebbe quindi concludere con uno dei monologhi più potenti e belli di tutta la serie:

Per lungo tempo ho avuto paura di essere quella che sono perché i miei genitori mi avevano convinta che c’è qualcosa di sbagliato in una persona come me. Qualcosa di offensivo, qualcosa da evitare, forse anche da compatire, qualcosa che non si deve amare. Mia madre è una fan di San Tommaso D’Aquino. Lei considera l’orgoglio un brutto vizio e, di tutti i vizi che può avere l’essere umano, per San Tommaso l’orgoglio era il re dei sette vizi capitali. Lo considerava il sommo vizio che in un batter d’ali poteva trasformare chiunque in un peccatore. Ma l’odio non è presente su quella lista e nemmeno la vergogna. Avevo paura di questa parata perché desideravo davvero tanto poterne far parte. Così oggi marcerò per quella parte di me che aveva troppa paura per marciare e per quelli che non possono farlo, per le persone che vivono come ho vissuto io. Oggi marcerò per ricordare che non sono un io e basta, ma che sono anche un “noi”. E noi marciamo con orgoglio! Vaffanculo, San Tommaso!

È Nomi che parla, proprio prima di manifestare al Pride.

Il mese di giugno si sta concludendo e con esso anche i principali Pride. Spero siate scesi in piazza a portare alta la bandiera dell’uguaglianza, perché in tempi come questi, ne abbiamo davvero bisogno.

About author

Alessia Scarpinati

Alessia Scarpinati

Sono nata giusto in tempo per capire che le cose belle della vita sono tante, che scrivere di me è fondamentale e che non riuscirei a vivere in un mondo senza musica, concerti, libri e attori inglesi.

No comments

Potrebbero interessarti

Dettaglio della copertina inglese e sottotitolo di Solo per sempre tua, Louise O' Neill

Solo per sempre tua. È davvero ciò che sembra?

[caption id="attachment_9593" align="aligncenter" width="1000"]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi