Guido Catalano: fare il poeta ai tempi dei social network

0
In foto, il poeta Guido Catalano e il cantante Giuseppe Peveri, in arte Dente. Fotografia di Francesca Sara Cauli.

In foto, il poeta Guido Catalano e il cantante Giuseppe Peveri, in arte Dente. Fotografia di Francesca Sara Cauli.

Dopo il successo del lungo tour invernale, con 23 date, per un totale di 16 sold out e 10.000 spettatori, continua il tour del cantautore Dente e del poeta Guido Catalano, che in Contemporaneamente insieme anche d’estate portano nei festival italiani (e non solo) uno spettacolo inedito e originale, con la regia di Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale.

Abbiamo incontrato Guido Catalano per raccogliere le sue impressioni sul tour, qualche aneddoto sul rapporto con Dente e sul modo di fare poesia ai tempi dei social network.

Ti hanno chiesto quasi tutto sullo spettacolo Contemporaneamente insieme anche d’estate: cerchiamo di fare un’intervista con cose ancora non dette. Dopo tutti questi mesi insieme, andate ancora d’accordo tu e Dente o qualche volta litigate?

C’eravamo posti questa domanda all’inizio del tour; fino ad ora, dopo tanti mesi, non è mai successo di litigare. Questo anche perché siamo due persone che tendono poco al litigio.

Un complimento e un rimprovero che ti ha fatto Dente dietro le quinte dello spettacolo.

Dente è una persona molto precisa sul lavoro, per esempio quando io faccio degli errori sul palco me li dice. Questo è molto giusto perché aiuta a migliorare. Ogni tanto mi dice di non bere troppo prima dello spettacolo. In generale mi fa i complimenti sulle poesie composte ed è bello scambiarsi reciprocamente opinioni e consigli.

Dimmi almeno tre buoni motivi per venire a vedervi!

Il primo motivo è che uno spettacolo che non si vede spesso in giro, un cantautore e un poeta che si uniscono. Il secondo motivo è che questo è uno spettacolo in cui si ride, oserei dire che c’è una parte di comicità e una più emotiva. Il terzo motivo è che in questo spettacolo si vede Dente in un ambito un po’ diverso dal solito.

In foto, il poeta Guido Catalano e il cantante Giuseppe Peveri, in arte Dente. Fotografia di Francesca Sara Cauli.

In foto, il poeta Guido Catalano e il cantante Giuseppe Peveri, in arte Dente. Fotografia di Francesca Sara Cauli.

Sul Corriere di Torino tieni una specie di posta del cuore: qual è stata la storia più assurda che ti è capitato di leggere?

Una delle prime storie che mi è arrivata, la ricordo con piacere. Era una ragazza che si era innamorata in ascensore del suo vicino di casa, mi sembrava una cosa molto romantica. Non riusciva a dichiararsi perché i viaggi erano troppo brevi.

Ma se Guido Catalano dà consigli agli altri, chi dà consigli a Guido Catalano?

Generalmente mi fido dei consigli degli amici nell’ambito lavorativo e personale.

Fare poesia nel 2018 è tutt’altro che attuale. All’inizio hai pensato che sarebbe stato difficile o da subito hai avuto la percezione che le cose potessero andare bene?

Di sicuro 18 anni fa non avrei pensato di fare il poeta come mestiere. Ero però molto convinto che le cose che facevo potessero funzionare. Quando leggevo le mie poesie in giro e ancora non avevo pubblicato libri, mi rendevo conto che il pubblico rispondeva in maniera positiva.

In foto, il poeta Guido Catalano e il cantante Giuseppe Peveri, in arte Dente. Fotografia di Francesca Sara Cauli.

In foto, il poeta Guido Catalano e il cantante Giuseppe Peveri, in arte Dente. Fotografia di Francesca Sara Cauli.

Durante la prima fase del tour è nato il fenomeno Cartoline d’Amore: spettatori che hanno pubblicato su Instagram e Facebook le più belle dichiarazioni d’amore scritte e raccolte durante lo spettacolo Contemporaneamente insieme. Ora, se tu dovessi inviare una cartolina d’amore, cosa ci scriveresti?

Non sono un bravo improvvisatore quindi ci dovrei pensare. Però se mi immagino nel pubblico di questo spettacolo, scriverei qualcosa di immediato e mi autociterei, per esempio: “Teniamoci stretti, ché c’è vento forte”.

Se non ci fossero stati i social network, sarebbe stato diverso fare il poeta?

Credo di sì. Quando ho iniziato questo mestiere esistevano i blog e non i social network. Andavo in giro come faccio anche ora cercando fisicamente il mio pubblico. Se fossi nato in un mondo in cui esistevano già i social come oggi, non avrei avuto la spinta ad andare in giro per diffondere la mia poesia. Detto ciò, comunque Internet amplifica molto ciò che faccio e così ho avuto la possibilità di essere conosciuto da un pubblico più ampio.

Facciamo un gioco di “condivisione musicale”. Se dovessi regalare una canzone a una persona cui vuoi molto bene, quale canzone sceglieresti?

Margherita di Cocciante.

E se invece dovessi regalare una poesia (non tua)?

Poesia illegittima di Vivian Lamarque.

Chiudiamo l’intervista parlando di un luogo, di un tramonto, di un cielo. Qual è il tuo posto nel mondo?

Ma guarda, a me piacciono molto i laghi. Sono appena stato sul Lago di Garda, dove abbiamo fatto lo spettacolo. Da bambino ci andavo sempre, sono particolarmente legato a questo genere di luoghi.

La locandina dello spettacolo Dente e Guido Catalano contemporaneamente insieme anche d'estate, diretto da  Lodo Guenzi.

La locandina dello spettacolo Dente e Guido Catalano contemporaneamente insieme anche d’estate, diretto da Lodo Guenzi.

Prossime date:
6 settembre, Galzignano Terme (PD), Anfiteatro del Venda
7 settembre, Cusercoli (FC), Festival della narrazione
8 settembre, Camogli (GE), Festival della comunicazione

About author

Giulia Perna

Giulia Perna

Meglio conosciuta come Capa Riccia. Salernitana di nascita e bolognese per amore di questa città. Ha conseguito il titolo di Laurea specialistica in Comunicazione pubblica e d'impresa presso l'Università di Bologna. Si definisce "malinconica per vocazione". Da grande vorrebbe osservare le stelle. Crede nella forza delle parole, nella bellezza che spacca il cuore e nella gentilezza rivoluzionaria. Le piace andare ai concerti, mischiarsi tra la gente, sentire il profumo del mare e camminare sotto i portici.

No comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi