Fosco 17: dai portici di Bologna a Sanremo Giovani

0
In foto, Luca Jacoboni, in arte Fosco 17, tra i concorrenti di Sanremo Giovani 2018

In foto, Luca Jacoboni, in arte Fosco 17, tra i concorrenti di Sanremo Giovani 2018

Fosco 17, nome d’arte di Luca Jacoboni, nato sotto i portici di Bologna nel 1995, è appassionato di musica fin da piccolo. È uno degli artisti in gara per Sanremo Giovani, in onda sui Rai1 dal 17 al 21 dicembre. Lo scorso anno ha debuttato con alcuni opening act bolognesi e l’unico suo brano pubblicato a oggi è proprio Dicembre, malinconica ballad post-pop dal ritornello decisamente sanremese. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente per chiedergli qualcosa in più sulla sua storia musicale e la partecipazione al Festival.

Ingegnere nella vita, cantautore per passione. Raccontami quando hai capito di voler fare musica.

Non ho ancora capito di voler fare il musicista, ma so che non voglio fare l’ingegnere. Allo stesso tempo fare musica sarebbe il lavoro più bello del mondo. Sto facendo fatica, non è rilassante. Sono ancora un po’ ingenuo e di base odio la musica, perché mi devasta. Insomma, odi et amo.

Da poco sei nato come Fosco 17, ma hai mosso i primi passi come interprete e autore nella band Le Ceneri e Monomi. Parliamo di ciò che sei diventato ora e di cosa vuoi trasmettere al pubblico che ti segue.

Nei progetti precedenti eravamo bambini, non rimpiango quel periodo. Ho un brutto carattere, quando ho in mente come fare le cose voglio farle a modo mio, sulle mie canzoni ho delle idee abbastanza chiare. All’inizio da solo è stato difficile dividere spese, compiti, poi io sono maniaco del controllo quindi ci ho guadagnato. Dal punto di vista musicale è cambiato tutto e niente, principalmente la cosa che è cambiata è imparare a scrivere canzoni. Mi piacciono le canzoni semplici ma non banali ed è una sfida.

Quali sono le influenze musicali che ti hanno contaminato?

Direi sicuramente che Contessa mi ha influenzato molto. Da piccolo ascoltavo gli Zen Circus, il cantautorato di Dente. Ora sono più legato all’indie pop ma ho ascoltato anche Jovanotti, Cremonini, Fossati, De Andrè. La musica estera ha fatto parte dei un periodo della mia vita, faccio fatica a star dietro invece alla scena trap non italiana.

Vieni da Bologna, le canzoni più belle quindi sono nate sotto i portici?

Sì, esatto. Bologna è la città che ti fa avere tutto nel piccolo. Non ti manca quasi nulla. Può anche ingabbiarti, sei poco tentato ad andartene. I miei riferimenti sono sicuramente il Covo e il Locomotiv.

Parliamo ora di Dicembre, il brano con cui gareggi a Sanremo Giovani. Che storia racconta?

Una semplice ma non banale storia d’amore, quasi un clichè. Io in prima persona l’ho vissuta, è nata un anno e mezzo fa. Il mio primo brano. Nulla di premeditato, ci sono io, la mia identità.

Sanremo è un vortice che travolge, come ti sei preparato per questa avventura? Hai qualche portafortuna?

La superstizione porta sfiga. Una cosa così grande e frenetica non l’avevo mai vissuta, ci sono troppe cose da fare.

Cosa dobbiamo aspettarci da te dopo l’esperienza sanremese? 

Il disco c’è, non ti dico il titolo ma sono 12 canzoni. Spero e mi auguro di farne 50, di dischi. Speriamo bene!

Un grande in bocca al lupo dalla nostra redazione!

Grazie mille a tutti!

About author

Giulia Perna

Giulia Perna

Meglio conosciuta come @machitelhachiesto. Salernitana di nascita e bolognese per amore di questa città. Ha conseguito il titolo di Laurea specialistica in Comunicazione pubblica e d'impresa presso l'Università di Bologna. Si definisce "malinconica per vocazione". Da grande vorrebbe osservare le stelle. Crede nella forza delle parole, nella bellezza che spacca il cuore e nella gentilezza rivoluzionaria. Le piace andare ai concerti, mischiarsi tra la gente, sentire il profumo del mare e camminare sotto i portici.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi