I Groots ritornano nel futuro

0
In foto, Giorgia e Luca, voce e batteria del duo The Groots

In foto, Giorgia e Luca, voce e batteria del duo The Groots

«Questo è sicuramente un “reboot” nel vero senso del termine», ci dice Luca, il batterista dell’ora duo The Groots, riferendosi alla loro ultima uscita Electric Clichés, il restyling synth pop che la band ha deciso di regalare al loro album di debutto Personal Clichés.

In merito a questa scelta, Giorgia, cantante e autrice dei testi, afferma: «Quando la nostra band è diventata un duo, è stato davvero difficile decidere che strada intraprendere: cercare nuovi membri? Abbandonare la nave “The Groots”, saltare su una scialuppa di salvataggio e navigare altrove? Per un breve momento abbiamo provato entrambe le cose, ma in cuor mio sapevo bene che non sarei riuscita a salire su un palco cantando le canzoni scritte per i Groots sotto nuovo nome e con una formazione completamente nuova; così abbiamo deciso di non cambiare identità».

Ciò che però è sicuramente cambiato è il sound che la band ci propone: un pop-rock elettronico, ricco di synth anni ’80 e sample presi da film cult come Ritorno al futuro, scelta per nulla casuale. «Credo che le sonorità anni ’80 siano sempre state un guilty pleasure sia per me che per Luca e finalmente, seppure il pretesto non fosse dei migliori, abbiamo avuto la possibilità di sperimentare con nuovi suoni e uno stile che abbiamo sempre guardato da lontano con ammirazione e personalmente anche invidia».

Insomma, un vero e proprio reset per i Groots, che hanno scelto di abbandonare l’indie per seguire una corrente più mainstream e soprattutto intramontabile: quella del pop anni ’80. Riguardo all’anno che il duo ha passato in sala prove a reinventarsi, Luca commenta: «È stato un riavvio arrivato dopo che il sistema si era bloccato e aveva smesso definitivamente di funzionare. Uno di quelli più spietati, perché avevi incominciato a scrivere e le cose sembravano buone, tutto girava bene e tu, preso dall’entusiasmo… non ti sei ricordato di salvare. Quindi passi tutte le fasi: ti arrabbi – prima col mondo e poi con te stesso, che non hai previsto il disastro –, poi provi a vedere se è proprio tutto inceppato o qualcosa si riesce a recuperare, magari si salva un po’ di materiale… No, niente. Il sistema non risponde. E allora control-alt-canc e succeda quel che succeda. Termini tutti i processi, e riparti da quello che ancora funziona».

Electric Clichés è il restyling synth pop dell'album di debutto dei Groots, Personal Clichés

Electric Clichés è il restyling synth pop dell’album di debutto dei Groots, Personal Clichés

Ma la cosa buona, in tutto il caos, la cosa davvero buona è che se hai il coraggio di riavviarlo il sistema scopri che hai imparato qualcosa. E piano piano la rabbia e il fastidio di dover ripartire da zero lasciano il posto alla consapevolezza che quello che stai facendo adesso sta andando in una direzione molto diversa da quella che ti eri prefissato. Diversa, ma di sicuro più cosciente. Più “tua”. Per molti versi, migliore di ciò che tu stesso avresti fatto in passato. Ed è proprio quello che il duo ha fatto: si sono rimboccati le maniche, lanciandosi una sfida non facile e scommettendo su se stessi. Ma i Groots ci tengono a precisare che questo non è un tentativo infantile di cancellare quello che c’era prima. Tutto il contrario: da ciò che hanno dovuto lasciare è partito un percorso nuovo e vedremo dove arriverà.

Ciò che il duo promette per il prossimo anno è sicuramente di farci ballare: «Electric Clichés non è altro che il biglietto da visita di ciò che arriverà in futuro, a cui stiamo già lavorando da tempo».

Curiosi? Allora correte ad ascoltare!

About author

Redazione

Redazione

Attualità, cultura e confronto. Parte del discorso vuole rappresentare ogni lettore e renderlo partecipe al dibattito.

No comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi