Il Club 27: la mostra a Bologna

0
Ritratto di Jimi Hendrix esposto alla galleria ONO di Bologna, nell'ambito della mostra dedicata al Club 27 © partedeldiscorso.it / Claudia Fontana

Ritratto di Jimi Hendrix © partedeldiscorso.it / Claudia Fontana

Alla galleria d’arte contemporanea ONO di Bologna, fino al 24 febbraio, saranno in mostra le fotografie dell’iconico Club 27, che dagli anni del blues di Robert Johnson non smette di colpire in modo angosciante il mondo della musica.

In cosa consiste il Club 27?

Il Club 27 è costituito da una serie di artisti che, per varie motivazioni – alle volte anche misteriose –, muoiono proprio a ventisette anni: tante sono le teorie e le superstizioni intorno a questa sinistra leggenda che coinvolge non solo musicisti e cantanti di fondamentale importanza, ma anche un pittore come Jean-Michel Basquiat, uno dei maggiori esponenti del graffitismo americano.

Il “temuto” Club viene raccontato attraverso la lente di fotografi come James Fortune (che immortalò i Doors negli anni Sessanta e in particolare il loro frontman, Jim Morrison) e Terry O’Neill (testimone fotografico degli intramontabili Stones negli anni della swinging London).

Ritratto della band The Doors esposto alla galleria ONO di Bologna, nell'ambito della mostra dedicata al Club 27 © partedeldiscorso.it / Claudia Fontana

Ritratto della band The Doors esposto alla galleria ONO di Bologna, nell’ambito della mostra dedicata al Club 27 © partedeldiscorso.it / Claudia Fontana

La mostra inizia con il ritratto di Brian Jones, fondatore dei Rolling Stones misteriosamente scomparso nel 1969, e continua con il rivoluzionario “dio della chitarra” Jimi Hendrix e con Janis Joplin, fino ad arrivare a un enorme poster raffigurante Amy Winehouse, “la principessa di Camden Town”, scomparsa nel 2011.

Tra fotografie in bianco e nero e a colori, se passate per Bologna e avete voglia di sapere di più su quello che possiamo chiamare un “fenomeno di massa”, allora andate a vedere queste fotografie e fate, come ho fatto io, un bel tuffo nel passato: leggete anche le biografie degli artisti e qualche estratto sulla vita dei fotografi. Un salto nello shop è d’obbligo, fornito naturalmente di vinili e libri a tema musicale, ma non solo.

Belli, giovani e intramontabili come solo a ventisette anni si può essere, andate a trovare le personalità che ebbero un ruolo fondamentale nella nostra storia e in quella senza tempo dellusica. Data di scadenza, 24 febbraio. Save the date!

About author

Claudia Fontana

Claudia Fontana

Claudia nasce nel 1996 a Pesaro, per metà cubana, conosce cinque lingue, appassionata di arte (sì è una di quelle che piange in tutti i musei) e letteratura, studia - cliché - lettere moderne nella rossa Bologna ma è sempre da qualche altra parte del mondo; da grande vorrebbe lavorare nel mondo dell’editoria, però anche viaggiare però anche fare la fotoreporter però anche vincere il premio Nobel per la pace. Perennemente indecisa, promessa sposa del Regno Unito, del rock classico, di Francesco Guccini e delle tisane allo zenzero.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi