Dacci un taglio: quando è il momento di credere in se stesse

0
In foto, Sanaa Lathan interpreta Violet Jones nel film "Dacci un taglio", di Haifaa al-Mansour

In foto, Sanaa Lathan interpreta Violet Jones nel film Dacci un taglio, di Haifaa al-Mansour

Quante volte, fin da piccole, ci siamo sentite dire che basta un nuovo taglio di capelli per cambiare vita? Cosa vuoi che sia? Vai dal parrucchiere e zac, ti cambia la vita! È proprio da questo presupposto che parto per consigliarvi Dacci un taglio, film di Haifaa al Mansour. 

La trama è inizialmente piuttosto semplice: la nostra protagonista, Violet Jones, è perfettamente integrata nella società; ha un ottimo lavoro, un fidanzato da copertina e dei capelli sempre perfetti – che cura nei minimi dettagli, facendo sempre attenzione alla loro piega nonostante il fatto che, essendo di origine afroamericana, essi tendano alla ribellione.

Il plot twist arriva nel momento in cui Violet si fa protagonista di una serie di sventure che la costringono a uscire dalla sua comfort zone – nella quale sguazza da quando ha ricordo – decidendo, in preda a un esaurimento nervoso e durante una sbronza, di darci letteralmente un taglio. Ecco qui che si riesce a vedere, in lontananza ma non troppo, la self-confidence di Violet che, come a tante altre donne, viene a mancare, una volta che si decide di voltare le spalle alla società e ai canoni di bellezza che essa impone.

In foto, Violet Jones (Sanaa Lathan) in una scena del film "Dacci un taglio", di Haifaa al-Mansour

In foto, Violet Jones (Sanaa Lathan) in una scena del film Dacci un taglio, di Haifaa al-Mansour

Questa svolta svela il carattere forte ed estremamente profondo della protagonista e lascia a noi spettatori – in questo caso, più a noi spettatrici – il messaggio che non sono il taglio di capelli, il colore della pelle, la taglia dei pantaloni o la mole di trucco che alle volte ci costringiamo a indossare a definirci, ma noi; noi come persone, non come individui che passano la vita in una “zona verde”, bella e apparentemente perfetta; Violet ci insegna che ci vuole coraggio a essere serene con noi stesse e che l’unica persona incaricata di giudicarci e in grado di farlo siamo semplicemente noi.

Invito caldamente alla visione di Dacci un taglio, disponibile su Netflix, che fa sorridere, strappa qualche lacrima e, alla fine, ci fa dire un sincerissimo grazie alla protagonista.

About author

Claudia Fontana

Claudia Fontana

Claudia nasce nel 1996 a Pesaro, per metà cubana, conosce cinque lingue, appassionata di arte (sì è una di quelle che piange in tutti i musei) e letteratura, studia - cliché - lettere moderne nella rossa Bologna ma è sempre da qualche altra parte del mondo; da grande vorrebbe lavorare nel mondo dell’editoria, però anche viaggiare però anche fare la fotoreporter però anche vincere il premio Nobel per la pace. Perennemente indecisa, promessa sposa del Regno Unito, del rock classico, di Francesco Guccini e delle tisane allo zenzero.

No comments

Potrebbero interessarti

In foto, il cantautore Mattia Pattaro, in arte Colore

Colore: «La mia musica a colori»

[caption id="attachment_10835" align="alignnone" width="1150"]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi