Oscar 2019: la classifica senza spoiler dei Miglior film d’animazione

0
Non sconsigliamo nessuno dei nominati come miglior film d’animazione per gli Oscar 2019 ma, senza fare spoiler, ne consigliamo qualcuno più degli altri.

Non sconsigliamo nessuno dei nominati come Miglior film d’animazione per gli Oscar 2019 ma, senza fare spoiler, ne consigliamo qualcuno più degli altri.

I candidati come Miglior film d’animazione per gli Oscar 2019, a differenza dello scorso anno, sono, a mio avviso, tutti validi. Questa classifica che, lo ricordiamo, si basa squisitamente su preferenze e gusti personali, è stata particolarmente difficile da stilare. Non sconsiglierei nessuno di questi film ma, a conti fatti, consiglierei qualcuno più degli altri.

In linea generale tra le nomination di quest’anno ho apprezzato i personaggi femminili, finalmente più variegati e fuori dagli stereotipi. Si nota in particolar modo in Ralph Spacca Internet, Spider-Man: Un nuovo universo e Gli Incredibili 2. Questi titoli sono accomunati anche da altre chicche: grazie all’animazione possiamo godere di due diversi camei del compianto fumettista Stan Lee e in due film di questa classifica vengono celebrati supereroi che vestono rigorosamente senza mantello!

Bando alle ciance, passiamo subito ai commenti senza spoiler su ciascun contendente!

5. Mirai

Immagine tratta da Mirai, di Mamoru Hosoda

Immagine tratta da Mirai, di Mamoru Hosoda

Si tratta del primo film d’animazione giapponese candidato agli Oscar che non sia dello Studio Ghibli. Si nota, perché lo stile di narrazione è proprio diverso da ciò cui siamo abituati.

Mirai racconta la storia di Kun, un bambino che, dopo la nascita della sorellina Mirai (“futuro” in giapponese), si rifugia nelle sue fantasie per sbrogliare le proprie emozioni e risolvere i conflitti con i familiari. Queste fantasie comprendono tratti macabri e disturbanti perché non li associamo alle fantasie infantili. Il film si sposta quindi continuamente tra verosimile e fantasy, quotidiano e assurdo, ma anche tra presente, passato e futuro, seguendo il viaggio che fa il piccolo Kun per accettare Mirai nella sua vita.

Straordinario in questo film l’intreccio tra immagini e colonna sonora. Questa colonna sonora è, a mio avviso, la migliore dei film in questa classifica.

4. Spider-Man: Un nuovo universo

Nell'immagine Miles Morales, uno dei protagonisti del nuovo film d'animazione Spider-Man: Un nuovo universo

Immagine tratta da Spider-Man: Un nuovo universo, di Peter Ramsey, Robert Persichetti Jr. e Rodney Rothman

Siamo stanchi di tutte queste versioni della stessa storia delle origini di Spiderman, ma questo film racconta per davvero un nuovo universo! Lo Spiderman che conosciamo viene decostruito e al suo posto troviamo un nuovo universo pieno di potenziale, anche per eventuali sequel. Non troveremo quindi lo Spiderman con cui siamo cresciuti, ma allo stesso tempo le continue citazioni sono un tributo a tutto quello che è stato fatto prima, sia al cinema che nei fumetti.

La tecnica di animazione è la vera perla di questo film: disegno tradizionale ricalcato sopra l’animazione digitale, per richiamare più autenticamente l’idea di un fumetto animato. Il concetto di albo a fumetti è rafforzato anche dalle tipiche onomatopee, vignette e riquadri, oltre che dalla colorazione, per cui si ha proprio l’impressione di sfogliare delle pagine. Nonostante questi punti di forza, che lo rendono un film d’intrattenimento godibile, Spider-Man: Un nuovo universo si posiziona al quarto posto della classifica perché mortificato da un umorismo un po’ troppo infantile con gag già viste, complici di una morale sempreverde ma non abbastanza creativa da riuscire a controbilanciare.

3. Gli Incredibili 2

Immagine tratta da Gli Incredibili 2, di Brad Bird

Immagine tratta da Gli Incredibili 2, di Brad Bird

Non me ne vergogno, questo è stato per me il film più atteso del 2018. Ho amato Gli Incredibili ed ero affamata di altre storie di questa famiglia così convenzionale e imperfetta da un lato ma così incredibile dall’altro. Nonostante tutte le aspettative che riponevo, non sono stata delusa.

Il film ricomincia esattamente da dove si era interrotta la storia, ovvero dall’attacco del Minatore. Sul finale ci era stato dato anche un assaggio dello sviluppo dei poteri del piccolo Jack Jack, di cui qui scopriremo effettivamente di più nelle scene più esilaranti della pellicola.

I 14 anni di attesa per questo sequel si fanno sentire e si notano principalmente per due motivi. Innanzitutto, finalmente abbiamo una rappresentazione femminile degna di essere chiamata tale, con personaggi a più dimensioni e donne rappresentate anche in ruoli di potere, come l’ambasciatrice. In secondo luogo, si nota come in 14 anni anche la tecnologia abbia fatto passi avanti: questa animazione digitale è piena di dettagli, al punto da poter essere definita “tattile”, perché si possono quasi percepire al tatto i tessuti dei costumi dei supereroi. Si nota l’animazione dettagliata anche del cortometraggio Bao, che precede la proiezione di Gli incredibili 2: una storia davvero insolita raccontata attraverso una perfezione dei dettagli che ti fa immaginare senza fatica la consistenza del cibo rappresentato.

2. Ralph spacca Internet

Immagine tratta da Ralph spacca Internet, di Rich Moore e Phil Johnston

Immagine tratta da Ralph spacca Internet, di Rich Moore e Phil Johnston

Questo sequel ha fatto il miracolo: è persino meglio di Ralph Spaccatutto.

Tre punti di forza in particolare:

  1. La rappresentazione del web così come lo conosciamo, ma rielaborato visivamente davvero con creatività e con tante citazioni pop e personaggi divertentissimi. Il mio preferito è il Signor Lesotutte, un motore di ricerca che tenta di completare ogni frase degli altri con le più cercate. Per il tono di voce da checca e per la sua straordinaria conoscenza mi ha ricordato un mio professore del liceo che adoravo.
  2. Il cambiamento di Ralph, perché questa volta ne scopriamo il lato più vulnerabile. Lo vediamo esprimere le proprie emozioni e piangere e mai viene sminuito o deriso per questo, anzi: la sua sensibilità è perfettamente rispettata e lascia la certezza che non esistono emozioni sbagliate. Questo è un tipo di rappresentazione maschile che fa piacere vedere, specialmente in un film destinato anche ai bambini.
  3. La morale è qualcosa di nuovo, fresco e soprattutto utile. Si affronta l’amicizia evitando ogni banalità, si parla di come essa non sia un traguardo ma un percorso fatto di tanti cambiamenti. Non vado oltre per evitare gli spoiler ma aggiungo che, se la lezione di Ralph spacca Internet l’avessi ricevuta nella mia pre-adolescenza, mi sarei risparmiata tanta sofferenza.

1. L’isola dei cani

Immagine tratta da Isle of Dogs, di Wes Anderson

Immagine tratta da Isle of Dogs, di Wes Anderson

L’isola del cani si aggiudica il primo posto perché è un insieme di tutte le caratteristiche giuste per farmelo adorare. Tanto per cominciare, datemi la stop motion e io mi innamoro di qualsiasi storia. L’unica cosa che amo più della stop motion è l’integrazione di questa tecnica con altri stili d’animazione incastrati nel film, come accade in questo caso. Fate dirigere il tutto da Wes Anderson ed è già Oscar per me.

La trama si traveste: da un lato sembra la storia di un bambino alla ricerca del suo cane dal punto di vista dei cani, dall’altro lato si rivela impregnato di metafore politiche. Ma, a prescindere dal messaggio, questo film ha fatto amare i cani anche a una gattara come me ed è questo il più grande successo raggiunto da Wes Anderson nella sua carriera.

E voi? Siete d’accordo con questa classifica? Per chi fate il tifo e quali film dovete ancora recuperare? Fatecelo sapere e continuate a seguirci per scoprire la classifica delle nomination come Miglior Film!

About author

Milena Vesco

Milena Vesco

Nata ad Alcamo, in Sicilia. Ha preso molto sul serio il fatto che "in principio era il Verbo" e adesso studia Comunicazione a Bologna. Ambisce ad ottenere il Guinness World Record per il maggior numero di collant sfilati, ma il suo obiettivo principale è diventare ogni giorno se stessa.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi