Le donne non sono sempre in competizione tra loro

0
In foto, Lady Gaga e Irina Shayk si abbracciano durante la notte degli Oscar

In foto, Lady Gaga e Irina Shayk si abbracciano durante la notte degli Oscar

Se non avete vissuto sotto un masso di considerevole grandezza, negli ultimi mesi avrete certamente sentito parlare A Star is Born e della straordinaria chimica tra i due protagonisti, Lady Gaga e Bradley Cooper. Il fenomeno della forzatura di una visione romantica sui protagonisti di una pellicola del genere (o comunque l’ossessione per il rapporto tra i due) non è certo nuovo, anzi, si verifica piuttosto comunemente e si sparge anche con velocità preoccupante se il film in questione ottiene un certo successo: è già successo con produzioni come Twilight, Chiamami col tuo nome, La la land, Il lato positivo, senza dimenticare l’eterno Titanic. Succede di continuo anche con i telefilm: alcuni esempi lampanti sono The Vampire Diaries, Grey’s Anatomy, Gossip Girl, How I Met Your Mother.

Ora, tutto ciò sarebbe assolutamente innocuo e non mi provocherebbe alcun problema – tralasciando il fastidio dovuto a giudizi puramente personali. Ognuno è libero di fare ciò che vuole e credere alla fantasia che preferisce. La cosa inizia a diventare un problema quando succede quello che sta succedendo con Lady Gaga. La recente rottura con il suo fidanzato è stato solo uno dei fattori scatenanti di una nuova ondata di commenti e teorie: lo avrà sicuramente lasciato per Bradley, si vede da come lo guarda, è innamorata persa, non le frega niente del fatto che sia sposato, è così palese che si piacciano, forse però le piace più di quanto lei piaccia a lui. Questo mi disturba: la costruzione di una nuova narrazione che si va a sovrapporre a una persona che sì, è un’artista, una musicista e anche un’attrice non troppo malvagia, ma pur sempre una persona normale. Come noi. C’è una linea sottile tra il supportare una produzione e diventare fastidiosi, petulanti: i fan di A Star is Born, su questa linea ci camminano.

Alla notte degli Oscar l’esibizione di Gaga e Cooper è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Il pubblico è impazzito e, ancora una volta, si sono scatenati i commenti su social media e testate giornalistiche. Questa volta però c’era una differenza, l’entrata in scena di un personaggio di cui non era tenuto poi tanto conto: la compagna di Bradley, la supermodella Irina Shayk. Insomma, ragioniamo! Lei è bellissima, io non tradirei mai la mia donna per una come Lady Gaga, figuriamoci una donna come quella. Non c’è paragone. Tutta questa storia gonfiata dai media non la infastidisce? Non la rende gelosa? Non che ne abbia bisogno, ma non teme che quella potrebbe fregarle l’uomo?

Lei e… quella: la narrazione della competizione femminile

In foto, Bradley Cooper, Irina Shayk e Lady Gaga durante la notte degli Oscar

In foto, Bradley Cooper, Irina Shayk e Lady Gaga durante la notte degli Oscar

Insomma, è un attimo. La storia cambia: Gaga diventa quella e Irina diventa la compagna troppo bella per essere tradita. Non si è mai parlato d’altro, solo della sua bellezza, come se il suo unico merito fosse quello di essere una figa stratosferica – perché si sa che agli uomini basta quello. Qui non si sta tenendo conto di tre punti fondamentali: primo, non tradire la propria compagna non è un gesto che richieda applausi o riconoscimenti particolari. Non state compiendo un’impresa, state facendo le persone decenti. Non aspettatevi una pacca sulla spalla. Secondo, insultare e sminuire una donna solo perché esteticamente non rispecchia i vostri gusti è da quattordicenni. Insomma, ridimensioniamoci. Terzo punto, che forse mi preme sottolineare più di tutti gli altri, né Gaga né Irina sono responsabili di questa storia assurda che avete deciso di fabbricare. Incredibile ma vero, le donne non sono sempre in competizione tra loro per un uomo. Smettiamola di insistere con questa narrativa perché danneggia tutte le parti coinvolte.

Credo sia opportuno riflettere maggiormente quando decidiamo di esternare la nostra passione per libri, telefilm e film che includono persone vere, reali, con vite personali, famiglie, sentimenti. Jimmy Kimmel ha espressamente detto a Gaga che l’esibizione sul palco degli Oscar è stata tanto coinvolgente da far credere al pubblico che lei e Bradley fossero innamorati. Lei ha alzato gli occhi al cielo e, paziente, ha risposto che la cosa doveva andare esattamente così. Il pubblico ha visto amore solo perché era quello che volevano vedesse.

About author

Melissa Vitiello

Melissa Vitiello

23 anni, tra Napoli e Istanbul. "Voglio scrivere perché ho bisogno di eccellere in uno dei mezzi di interpretazione della vita", diceva Sylvia Plath.

No comments

Potrebbero interessarti

Dettaglio della copertina de La macchia umana (Philip Roth)

Lo specchio della società: il conformismo ne La macchia umana di Roth

[caption id="attachment_8541" align="aligncenter" width="824"]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi