Boy Erased: l'ennesimo film che passerà in sordina

0
Lucas Hedges (Jared Eamons) e Théodore Pellerin (Xavier) in una scena del film Boy Erased, di Joel Edgerton

Lucas Hedges (Jared Eamons) e Théodore Pellerin (Xavier) in una scena del film Boy Erased, di Joel Edgerton

Boy Erased è la storia di Jared (Lucas Hedges), figlio di un pastore battista dell’Arkansas che un giorno dichiara ai genitori di provare attrazione per gli uomini. Il padre, allora, lo costringe a partecipare a una terapia di conversione dall’omosessualità.

Lucas Hedges – già noto per i ruoli in Lady Bird e Tre Manifesti a Ebbing, Missouri – è strepitoso. Durante tutta la pellicola è possibile percepire la sofferenza di questo ragazzo che cerca in tutti i modi di reprimere i suoi desideri “contronatura”. Sono davvero drammatiche le scene in cui è mostrato ciò che accade all’interno del programma di recupero Rifugio: atti di violenza verbale e fisica, insulti, obblighi, punizioni fino ad arrivare a inscenare un funerale per punire uno dei compagni di Jared che non era effettivamente pentito dei suoi peccati. Come se le umiliazioni e le percosse non fossero già abbastanza!

Ogni ragazzo all’interno del centro reagisce diversamente: c’è chi come Jon (Xavier Dolan) rifiuta qualsiasi tipo di contatto con le persone per non “cadere in tentazione”; c’è chi finge di essere realmente pentito di ciò che ha commesso: «Fake it, ’till you make it» è infatti il consiglio di Gary (Troye Sivan) a Jared, che potrebbe essere tradotto con “Sta al gioco”. Emblematico è il ruolo di Nancy Eamons (Nicole Kidman), la madre di Jared, una donna devota a Dio e al marito ma, forse, ancora di più al figlio. È lei che lo accompagnerà agli incontri e sarà proprio lei che leggerà il diario in cui sono assegnati gli esercizi da svolgere durante le giornate di “cura”. Presto Jared capisce che, finché non convincerà il suo supervisore di essere tornato etero, non potrà tornare a casa; è qui che decide di fare qualcosa.

Passano quattro anni, Jared non vive più in un paesino dell’Arkansas ma si è trasferito a New York, è diventato uno scrittore e ha pubblicato una serie di articoli-denuncia sul suo periodo trascorso al Love in Action. Il dialogo finale tra Jared e suo padre – interpretato da Russel Crowe – mi ha emozionato tantissimo: in quelle parole riconosciamo l’enorme difficoltà che ha un uomo di chiesa a riconoscere suo figlio ma, d’altro canto, non c’è odio che tenga, perché l’amore è più forte in qualsiasi circostanza.

La pellicola è tratta dal romanzo autobiografico Boy Erased. Vite cancellate di Garrad Conley. Sono dell’idea che film del genere non possano passare in sordina perché trattano tantissime tematiche davvero delicate, come il rapporto tra la Chiesa e l’omosessualità, la difficoltà di vivere in un piccolo centro cittadino, le sofferenze che patiscono milioni di ragazzi ancora oggi all’interno di questi “centri di recupero” per omosessuali. Purtroppo c’è chi ancora pensa che l’omosessualità sia un crimine, qualcosa contro natura, e continua a scontrarsi con una realtà che è difficilissima da affrontare. Per tutta la comunità LGBT+, per tutti coloro che hanno perso la propria vita per affermare i propri diritti, per tutti coloro che vivono nascondendo chi realmente sono, non possiamo permettere che film del genere passino inosservati.

About author

Alessia Scarpinati

Alessia Scarpinati

Sono nata giusto in tempo per capire che le cose belle della vita sono tante, che scrivere di me è fondamentale e che non riuscirei a vivere in un mondo senza musica, concerti, libri,serie tv e attori inglesi.

No comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi