Sistema Solare: rivoluzioni all'Arena del Sole

0
In foto, la locandina dello spettacolo Per il tuo bene di Pier Lorenzo Pisano, promosso durante la prima serata del progetto Sistema Solare

In foto, la locandina dello spettacolo Per il tuo bene di Pier Lorenzo Pisano, promosso durante la prima serata del progetto Sistema Solare

Come avvicinare i giovani al mondo del teatro? Siamo di fronte a una domanda che viene posta ormai da anni con tanto di relative conferenze, assemblee e riunioni. Eppure i risultati sono sempre scarsi: le sale teatrali continuano a essere riempite da signori e signore borghesi in pelliccia e orecchini di perla, mentre i ragazzi, quelli in giubbotto di jeans e Clarks, se stanno qualche via più in là a consumare conversazioni alternate a bottiglie di vetro.

Allora, come far comprendere a una generazione la bellezza di questo micro e macrocosmo che è il teatro? Come non far scomparire questa realtà così preziosa? Come farla coltivare a chi domani potrà scegliere di raccoglierne o meno l’eredità? Ma soprattutto come svincolarsi dall’idea polverosa di teatro borghese, lontano dalla vita vera? Come convinciamo una generazione affezionata al divano e al binomio tutto e subito a scegliere di uscire e accettare addirittura la possibilità di andare a vedere qualcosa che si rivelerà deludente? Perché, se ho a disposizione un’altra forma di cultura-intrattenimento di cui posso usufruire comodamente a casa, dovrei prendermi la briga di uscire e spendere dei soldi da negare alle “birrette” del venerdì sera? Cosa succede se a parlare ai giovani di tutto questo fossero (finalmente, direi) proprio altri giovani?

In foto il luogo della fondazione Emilia-Romagna Teatro (ERT), promotrice del progetto Sistema Solare

In foto il luogo della fondazione Emilia-Romagna Teatro (ERT), promotrice del progetto Sistema Solare

Da queste domande ed esigenze Claudio Longhi e Valentina Falorni (rispettivamente direttore e responsabile comunicazione di ERT – Emilia Romagna Teatro) convocano un’assemblea con una serie di giovani realtà bolognesi come Avanguardie 20 30, per discutere di queste tematiche: nasce così Sistema Solare, un tentativo di avvicinare i giovani al mondo del teatro.

L’idea è quella di creare un gruppo di circa 25-30 persone under 35 che lavori a questo progetto attraverso delle riunioni con sede all’Arena del Sole (il teatro Nazionale di Bologna). I piccoli militanti di Sistema Solare, così, selezionano sei spettacoli dal programma di ERT (che gli under 35 pagheranno a prezzi scontatissimi), partendo a loro volta da una domanda: quali, tra gli spettacoli proposti in questa stagione, possono essere più adatti al pubblico al quale stiamo facendo riferimento?. Una volta selezionati gli spettacoli – e in relazione a essi – vengono organizzati degli eventi collaterali: una mostra, un laboratorio di teatro, una giornata di Master Class con gli attori dello spettacolo della serata in questione o un contest fotografico (come quello lanciato per il primo evento).

L’obiettivo è chiaro: rendere l’Arena del Sole un posto accogliete e sicuro, in cui sia bello ritrovarsi per condividere dei momenti di comunità per sentirsi parte di una collettività. Tra le altre cose ci sarà infatti un bar, al terzo piano della struttura, con tanto di aperitivo e/o festa post spettacolo: l’esperienza teatrale non è più solo l’ostile e vincolante momento in cui i saggi, gli artisti, i maestri tramandano il loro sapere unilateralmente ma anche un posto arioso in cui divertirsi.


L’obiettivo è rendere l’Arena del Sole un posto accogliete e sicuro, in cui sia bello ritrovarsi per condividere dei momenti di comunità per sentirsi parte di una collettività.


Il primo di questi eventi è stato il 26 gennaio 2019, con lo spettacolo Per il tuo bene, serata di inaugurazione del progetto, mentre il primo evento collaterale creato è stato un contest fotografico: utilizzando i social network, le persone hanno potuto pubblicare una foto con l’hashtag #questanonèunafamiglia, con relativo scatto rappresentante il cosmo familiare e le situazioni strampalate che ne conseguono. Successivamente, l’autore della foto più apprezzata ha vinto un abbonamento gratuito a 3 spettacoli tra quelli scelti da Sistema Solare.

La seconda serata, invece, si è svolta il 13 febbraio scorso e ha accolto lo spettacolo Il tempo di Chet, dopo il quale il teatro ha ospitato un live painting del pittore Luca Serio, accompagnato dalla musica elettro jazz di Gerarda Avallone, Hikaru Hashimoto e Francesco Giammarella.

In attesa degli eventi futuri speriamo che questo esperimento possa raggiungere il suo scopo, perché sempre più giovani possano cogliere la grandezza del teatro; un mondo nascosto ma pieno di senso.

About author

Sofia Longhini

Sofia Longhini

Sofia, classe 1996. Nasce in una piccola città di mare, ma viene ben presto rapita dai portici di Bologna, ombelico di tutto, dove studia Lettere Moderne. Scrive anche per Mangiatori di Cervello. Ama l'arte, il cinema e il cantautorato. Il teatro e il buon cibo. Leggere leggere leggere. E poi, naturalmente, scrivere.

No comments

Potrebbero interessarti

In foto, lo scrittore Mordecai Richler, autore de Il mio biliardo

Lo snooker di Richler è bello

[caption id="attachment_10158" align="alignnone" width="900"]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi