La linguacciuta: il podcast che chiude la bocca e apre la mente

0
La cover del podcast La linguacciuta, di Ilenia Zodiaco, prodotto da Babel

La cover del podcast La linguacciuta, di Ilenia Zodiaco, prodotto da Babel

Ascoltare musica mentre si passeggia, si corre in palestra, si stira o si aspetta un treno in ritardo non è semplicemente la normalità ma una vera e propria abitudine (se non un rito) per chi, come me, va in panico accorgendosi d’aver lasciato le cuffiette sul comodino.

Ebbene: tutto scorreva normale, con le mie playlist anni ’80, finché un giorno scoprii il mondo dei podcast. Perché non cogliere l’occasione di imparare qualcosa oltre fare figure-di-emme cantando a squarciagola (e scordandomi di stare) in un mezzo pubblico? Iniziò così il mio amore platonico per questi media pullulanti di cultura e informazioni.

Ma voi lo sapevate che la parola “boicotaggio” deriva dall’imprenditore Charles Boycott? Be’, io non lo sapevo ma grazie a La linguacciuta di Ilenia Zodiaco, promosso da Babbel, un’app per l’apprendimento di lingue straniere, finalmente sì. Un podcast «sulle meraviglie e le stranezze della comunicazione linguistica», come dice l’introduzione, ma che, a parer mio, è molto di più.

Chi è Ilenia Zodiaco

In foto, la YouTuber e blogger Ilenia Zodiaco, voce del podcast La linguacciuta

In foto, la YouTuber e blogger Ilenia Zodiaco, voce del podcast La linguacciuta

Ilenia Zodiaco è una lettrice accanita con oltre 50.000 iscritti su YouTube, blogger, laureata in Lettere Moderne e Comunicazione per i media. Ci racconta di libri, cultura, sostenibilità, viaggi, musica e tutto quello che le piace o non le piace, come si può intuire dalla rubrica Libri di melma. Ora ci parla anche di lingue e finalmente capisco il senso dell’espressione “diffondere il verbo”.

Bilinguismo, genere e declinazione, deonomastici (termini che derivano da nomi propri) e tanto altro ancora; queste brevi lezioni di massimo 15 minuti sono delle vere e proprie delucidazioni su un uso corretto della grammatica e linguistica.

Sono le nostre parole a dar forma ai pensieri e solo ora mi rendo davvero conto di quanto sia fondamentale saper parlare, e quindi pensare, bene.

La voce di Ilenia è chiara, sicura, concisa e i suoi contenuti sono davvero accessibili a tutti.

Credo che ai nostri giorni sia fondamentale riscoprire il vero significato delle parole e/o espressioni che usiamo abitualmente, saperne l’origine e la storia che le ha plasmate. Avere più consapevolezza, arricchire il proprio lessico perché “assessora” e “sindaca” nascondono, dietro un’apparente cacofonia, anni di lotte femministe per arrivare alle stesse professioni che per (troppi) anni sono state esclusivamente maschili. Questo è solo un esempio di quanto la lingua influenzi il pensiero e di quanto abbiamo bisogno di chiudere la bocca ed aprire, prima, la mente.

Buon ascolto a tutti.

Trovate La linguacciuta gratuitamente su Spreaker, Spotify, Babbel, iTunes e quasi tutte le piattaforme streaming.

About author

Giulia Tognetti

Giulia Tognetti

Ciao! Mi chiamo Giulia, ho 21 anni ed è un piacere conoscerti. Mi piace scrivere, leggere, suonare, fare foto. Amo la poesia ed il caffè.

No comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi