La casa del sollievo mentale, un bestiario targato Nutrimenti Edizioni

0
Dettaglio della copertina del libro La Casa del Sollievo Mentale, di Francesco Permunian, edito da Nutrimenti Edizioni

Dettaglio della copertina del libro La casa del sollievo mentale, di Francesco Permunian, edito da Nutrimenti Edizioni

Non sono un’accanita sostenitrice delle videorecensioni dei libri, ma come si fa a raccontare La casa del sollievo mentale di Francesco Permunian, edito da Nutrimenti Edizioni? Quelli della “vecchia scuola”, che non si accontentano solo di leggere una storia ben riuscita ma, come me, amano l’odore della carta nella borsa o sul comodino, come fanno a capire di cosa parla questo romanzo?

La casa del sollievo mentale è un bestiario di uomini, storie, vicini di casa e animali; situazioni e personaggi surreali che potrebbero esistere perfettamente nella cruda e sleale realtà di un paesino di provincia.

Cosa c’è nel calderone

Prendete un bibliotecario, un criminale nazista, bambole di gomma, signore anziane che si prostituiscono, una zia con strane visioni religiose e la diatriba tra Ceronetti e Cioran: tutto estremamente confuso, se visto da fuori. Pagina dopo pagina, però, ogni situazione prende forma e si muove come una fisarmonica che ora si stringe, ora si allarga; ora riempie la storia, ora la lascia macerare. È una storia difficile da raccontare perché si intrecciano vite di personaggi alquanto bislacchi e ma particolarmente veritieri.

E su di me, che conduco una vita umbratile e solitaria in mezzo ai libri, manco fossi una bestia castrata messa al bando dal consorzio umano.

Una versione contemporanea di Cioran

In foto, una delle pagine del libro La Casa del Sollievo Mentale, di Francesco Permunian, edito da Nutrimenti Edizioni

In foto, una delle pagine del libro La casa del sollievo mentale, di Francesco Permunian, edito da Nutrimenti Edizioni

La scrittura di Permunian richiama quasi istantaneamente quella capacità di Cioran di distruggere quella patina levigata che siamo in grado di applicare sulla vita per renderla piacevole, meno aspra, più bella. La distrugge in una frase al punto da infastidire per il suo cinismo scambiato per saccenteria.

La casa del sollievo mentale incuriosisce e cattura, come una pianta carnivora: non riesci a smettere di leggere, di sorridere e di pensare agli incubi di Permunian che si animano di questo formicaio privo di vitalità.

Perché merita di essere letto

Mentre scrivo, ci sono uomini e donne che non riescono a comprendere la macabra bellezza che si nasconde dietro un’allucinazione, nella mente di chi ha le visioni mariane, nella richiesta del vicino di avere in prestito un manuale per refrigerare un corpo umano. Della sessualità in età avanzata, soprattutto, come se non fosse umana e normale.

Permunian affronta tematiche scomode senza quella smania di sensibilizzare. Non c’è una morale, non c’è una lezione da imparare. I fatti sono questi. Prendere o lasciare. La scrittura di La casa del sollievo mentale è così.

About author

Ylenia Del Giudice

Ylenia Del Giudice

Classe '89, romana. Appassionata dell'arte in generale, di mercatini e di tutto ciò che non conosco, lavoro in una tipografia tra inchiostri e grafiche. Non amo affatto le imposizioni e mi piace sperimentare perché mi annoio spesso. Dormo poco, bevo tanto caffè e sono una fan dei telefoni spenti.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi