Extravergine: Melissa Anna Bartolini racconta l'imprevedibile serie

0
In foto, Melissa Anna Bartolini, Lodovica Comello, Pilar Fogliati e Stella Pecollo, protagoniste della serie Extravergine (Fox)

In foto, Melissa Anna Bartolini, Lodovica Comello, Pilar Fogliati e Stella Pecollo, protagoniste della serie Extravergine (Fox)

Spogliarelli ad alto tasso erotico, giochi di seduzione in stanze proibite, flashback di ipererotismo placati da rimedi estremi bye bye. Preparatevi a raggiungere l’acme di risate con la nuova comedy al femminile in grado di sdrammatizzare, far conoscere da un altro punto di vista e mettere in discussione tutto ciò che pensavate di sapere sul sesso: Extravergine, in onda dal 9 ottobre su Fox life. Prodotta da Fox Networks Group Italy con Publispei di Verdiana Bixio, è diretta dalla sceneggiatrice e regista Roberta Torre (Tano da morire, Sud Side Stori, Angela).

Una serie di 10 puntate a metà strada tra Bridget Jones e Sex and the City in cui la protagonista è la giornalista di origine pugliese nerd, timida e impacciata Dafne (Lodovica Comello) che, alla soglia dei 30 anni, si trova a vivere like a virgin, poco pratica dei rapporti di coppia e con nessuna esperienza sessuale, la cui illibatezza farebbe impallidire Lars von Trier. Trapiantata a Milano, le viene affidata una rubrica di libri per il magazine on line #Audrey rivolto alle donne e, per puro caso, si ritrova a gestirne una sul sesso, nonostante la sua castità.

Lodovica Comello sul set della serie Extravergine, in cui interpreta Dafne

Lodovica Comello sul set della serie Extravergine, in cui interpreta Dafne

Ad accompagnarla nel suo mondo a colori, aiutandola a uscire dal guscio e da una persistente verginità, determinando così un’evoluzione caratteriale, tre donne in antitesi: le sue colleghe Samira (Pilar Fogliati), bella, ricca e sensuale, con un fascino irresistibile; Violante (Stella Pecollo), food blogger in astinenza da sesso coniugale, e la coinquilina Ginevra (Melissa Anna Bartolini), sempre alla ricerca del fidanzato perfetto.

Proprio l’attrice fiorentina Melissa Anna Bartolini, classe ’87, apparsa recentemente nell’ultimo capitolo della trilogia 1994, non nasconde la soddisfazione di aver fatto parte di questo nuovo progetto. Con introspezione si descrive come una persona con «nessuna certezza di sé», una vita vissuta sempre al momento e molte passioni: dalla fotografia all’amore per le parole e le persone, fino a quella che la accompagna da sempre, il cinema, sia da attrice che da spettatrice. Dopo l’esordio web con i The Pills, viene scelta come coprotagonista di Maraviglioso Boccaccio dei fratelli Taviani (2015) e del film di Roan Johnson Fino a qui tutto bene (2014). Dopo Crushed Lives – Il sesso dopo i figli (2014), interpreta il secondo film da regista di Kim Rossi Stuart Tommaso (2016), presentato alla Mostra del Cinema di Venezia.

L'attrice Melissa Anna Bartolini in una foto di Viviana Strambelli

L’attrice Melissa Anna Bartolini in una foto di Viviana Strambelli

È vero che hai iniziato da autodidatta?

«È vero che non ho seguito un percorso accademico, xhe non ho fatto la scuola di recitazione, ma ho creato io da sola il mio percorso di formazione».

Cosa rappresenta per te l’esperienza recitativa?

«È una grande risposta alle mie paure e anche il bisogno di dimenticare l’ordinarietà delle cose».

L’insegnamento più importante che è ti stato dato in questo ambito?

«Ho ricevuto in assoluto un insegnamento in ambito creativo, con l’ultimo progetto Extravergine di Roberta Torre. Lei stessa è stata un enorme esempio di libertà e coraggio, per portare avanti il proprio immaginario. Ed è la cosa più grande che mi sia stata mostrata».

Il 9 ottobre su Fox Life andrà in onda la comedy al femminile Extravergine, dove sarai Ginevra. Ti ci rivedi?

«Abbiamo dei punti in comune e un percorso un po’ simile. Lei è una persona che deve avere tutto sotto controllo e vive la vita a un livello mentale che io ho cercato di scardinare negli ultimi tempi della mia vita. A un certo punto, Ginevra scopre questo stupido muscolo involontario che è il cuore e si fa aiutare da lui. È un po’ come se anche io avessi fatto lo stesso percorso».

In che modo il tuo personaggio sarà di aiuto alla protagonista?

«Farà da un supporto emotivo, dandole un senso di appartenenza che ci può dare un amico o una persona a cui vuoi bene. La aiuterà a gestire certi articoli in cui dovrà parlare di cose di cui non sa assolutamente niente e le combinerà anche appuntamenti per risolvere il “problema” della verginità. Lavorerà su più fronti».

Melissa Anna Bartolini è Ginevra nella serie Extravergine, di Roberta Torre

Melissa Anna Bartolini è Ginevra nella serie Extravergine, di Roberta Torre

La protagonista è alla soglia dei 30 anni, ancora vergine e descritta come un po’ sfigata. L’esperienza sessuale, tardiva o meno, è in grado di determinare che una persona sia perdente o vincente?

«Assolutamente no e la serie porta avanti in maniera molto forte questo messaggio».

«Uno sguardo sul mondo del sesso con occhi vergini», così Extravergine è definita da Roberta Torre. Secondo te si può discutere di qualcosa di cui non si ha esperienza?

«Se ne può avere una conoscenza intellettuale, legata a quella che può essere l’informazione, ma non l’esperienza pratica. Però, come nel caso di Dafne, si può cercare di parlare di qualcosa facendosi aiutare dagli altri».

Come hai reagito quando ti hanno proposto di prendere parte a questo progetto?

«Per me è stato entusiasmante, non solo perché il ruolo mi sembrava quello che avrei sempre voluto e che ancora non avevo avuto l’occasione di fare, ma anche perché Roberta Torre è una regista che stimo moltissimo e l’idea di essere guidata da lei mi è sembrata molto allettante».

Com’è stato essere diretta da Roberta Torre?

«Come camminare verso una luce al neon fucsia e viola glitterata meravigliosa. È stato unico, un’esperienza che non avevo mai provato. È stato paradossalmente facile e allo stesso tempo è come se lei mi avesse portato in una direzione così lontana da me, da quello che ho sempre pensato di essere come attrice. È come se avessi analizzato profondamente me stessa. Un’esperienza molto forte e bella: sarà difficile tornare a confrontarmi con approcci diversi da questo».

Che atmosfera si respirava sul set?

«Stavamo facendo tutti la stessa serie, a volte non succede. Invece qui il cast artistico ha portato avanti la stessa missione creativa».

L'attrice Melissa Anna Bartolini in una foto di Viviana Strambelli

L’attrice Melissa Anna Bartolini in una foto di Viviana Strambelli

Raccontaci un aneddoto divertente.

«Ce ne sono tanti: con Lodovica abbiamo creato un grandissimo rapporto, da colleghe siamo diventate amiche e non è assolutamente scontato. Una volta abbiamo girato una scena dove lei doveva testare dei vibratori per la rivista e ci siamo ritrovate con davanti a noi un tavolo di 30/40 vibratori accesi che all’unisono creavano il frastuono più singolare che ho mai sentito in tutta la mia vita. Avevano tutte le forme più pazze del mondo ed eravamo lì a guardarli, mentre cadevano e li riprendevamo».

Cosa ci dobbiamo aspettare da questa commedia?

«Di essere totalmente sorpresi».

Cosa la rende unica?

«Il fatto che dietro tutta questa storia ci sia lo sguardo di un autore, che è di per sé portatore del proprio irripetibile immaginario».

Un messaggio che vuoi dare agli spettatori?

«Penso che ci dobbiamo tutti confrontare con cose che escono dal raggio della prevedibilità ed è bello farsi prendere e contaminare da qualcosa che non ci aspettiamo e non abbiamo mai visto. Se gli spettatori si abituano a questo, è facile che si crei un sistema diverso dal punto di vista della produzione».

About author

Francesca Garofalo

Francesca Garofalo

Amo scrivere perché ho l'opportunità di mettere su un foglio bianco: le mie dita; le mie idee; le mie emozioni; un desiderio irrefrenabile di dire la verità; irriverenza; ironia... Non sarà molto, ma quando ami qualcosa alla follia non resta che perseverare.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi