Jojo Rabbit: un film comico, ma non troppo

0
Taika Waititi e Roman Griffin Davis sul set del film Jojo Rabbit, in una foto di Kimberley French

Taika Waititi e Roman Griffin Davis sul set del film Jojo Rabbit, in una foto di Kimberley French

Jojo Rabbit è la storia di Johannes Betzler (Jojo per gli amici), un ragazzino di dieci anni che vive nella Germania nazista, fa parte della Gioventù Hitleriana, sogna la guerra e ha come amico immaginario Adolf Hitler. Il film è visto interamente con l’innocenza dei suoi anni e Taika Waititi riesce a trattare con la giusta leggerezza una tematica delicata di cui si è parlato una miriade di volte. L’Hitler di Waititi – interpretato dallo stesso regista – è ironico, giocoso, tanto lontano dai modi del dittatore nazista ma quanto più verosimile. È surreale.

È proprio attraverso questa scelta stilistica che il film tratta con leggerezza, ma non con superficialità, la vita in un paesino tedesco sul finire della Seconda Guerra Mondiale.

Gli ebrei vengono descritti come il male supremo: ipnotizzano la gente, discendono dai serpenti e Jojo è pronto a ucciderli tutti (a parole) per il bene della Germania. Finché non cambia qualcosa: la madre di Jojo, interpretata dalla magistrale Scarlett Johannson, nasconde in casa Elsa, una ragazza ebrea. Una volta scoperto il segreto della madre, Jojo capisce che se dovesse denunciarla anche la madre finirebbe in prigione. Quindi decide di usare la ragazza per scopi “scientifici”: scrivere un libro su come riconoscere gli ebrei per aiutare il suo amico Adolf a identificarli facilmente.

Un altro personaggio degno di nota è il capo della Gioventù Hitleriana, il Captain Klenzendorf, interpretato da Sam Rockwell, che ormai ha preso gusto a interpretare gli antagonisti dei film candidati agli Oscar.

Jojo Rabbit e una risata per svelare la realtà

Roman Griffin Davis in una scena del film Jojo Rabbit, diretto da Taika Waititi

Roman Griffin Davis in una scena del film Jojo Rabbit, diretto da Taika Waititi

Con il passare delle settimane Jojo capisce che Elsa non è come la descrive la propaganda, ma ormai è tardi. Qualcuno ha fatto una soffiata alla Gestapo per perquisire casa di Jojo. Cosa accadrà allora? Chi è il vero nemico? La ragazza ebrea o il nazismo?

È un film in cui si ride tanto e mai avrei pensato che un film sul nazismo sarebbe riuscito a farmi ridere, ma Waititi ci è riuscito. Non mancano i momenti in cui a stento si trattengono le lacrime, come quando la guerra arriva in città e Jojo capisce che non è come immaginava. Verso la fine di Jojo Rabbit c’è una scena bellissima in cui il ragazzino è al centro della città; tutto intorno i soldati tedeschi combattono contro russi e americani, i palazzi sono distrutti e lui resta immobile a osservare l’orrore della guerra. Capisce che guerra significa morte e distruzione e non gloria e grandezza.

È una pellicola di formazione, se possiamo permetterci di definirla tale, attraverso la quale possiamo trovare una sorta di critica sociale nei confronti di tutti coloro che, al giorno d’oggi, inneggiano alla guerra senza averla mai vissuta, quindi senza avere la minima idea degli orrori e della distruzione che essa porta con sé.

‘Che cosa farai quando sarai libera?’
‘Ballare’.

About author

Alessia Scarpinati

Alessia Scarpinati

Sono nata giusto in tempo per capire che le cose belle della vita sono tante, che scrivere di me è fondamentale e che non riuscirei a vivere in un mondo senza musica, concerti, libri,serie tv e attori inglesi.

No comments

Potrebbero interessarti

Stanotte non staremo svegli per lo spoglio ma per gli Academy Awards. Ecco la nostra classifica dei candidati per il premio più ambito: Miglior film.

#Oscar2018: la nostra classifica per il Miglior Film

[caption id="attachment_12343" align="aligncenter" width="1300"]Stanotte non staremo svegli per lo spoglio ma per g...            </div>
        </article>
        
        </div>
    
</div><!-- .recommend-box -->        		            <script>
                ytframe_ID = [];
            </script>
            
            <div class=

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi