Vincenzo Alba e i segreti che nascondiamo

0
In foto, la copertina del libro Un giorno verranno a chiederti di me, di Vincenzo Alba, edito da Eretica Edizioni

In foto, la copertina del libro Un giorno verranno a chiederti di me, di Vincenzo Alba, edito da Eretica Edizioni

Vincenzo Alba è un architetto di Bari appassionato di arte, cultura e scrittura. Il suo primo romanzo edito è Un giorno verranno a chiederti di me, pubblicato da Eretica Edizioni. Il romanzo racconta la storia di Laura Moralis, una nota scrittrice di Bari che sta lavorando al suo nuovo libro. Il primo capitolo si apre sulla presentazione di un libro a Firenze e con una Laura non esattamente in forma. La causa di questo malessere ci è sconosciuta ma, sin da subito, sappiamo che c’è una presenza invisibile chiamata «la maledetta». Chi o cosa sia questa maledetta non ci è invece ancora noto.

Lei, in realtà, era già lì che fratturava il tempo che mi spettava ancora da vivere.

La storia di Laura si incrocia con quella di Andrea, un ragazzo anch’esso barese che lavora di notte per un mercato ortofrutticolo e da un po’ di tempo fa da palo per dei contrabbandieri. Andrea vive con la madre soltanto e la sua vita è caratterizzata da due grandi abbandoni: il padre, morto di malattia, e la rottura con Viole, colei che ha sempre ritenuto essere l’amore della sua vita. Questi due grandi dolori hanno portato Andrea a essere più insensibile e spregiudicato.

Un giorno verranno a chiederti di me e l’incontro tra Andrea e Laura

Una notte le vite di questi due personaggi si intrecciano. Dopo una missione notturna finita male e un tentativo mal riuscito di farsi del male, Andrea e Laura si incontrano. Per caso o per Divina Provvidenza? Non ci è dato saperlo. La loro storia prosegue con incontri imbarazzanti e tesi da parte di entrambi che non sanno come comportarsi in queste occasioni. Si conoscono poco e ognuno ha un segreto che pesa sul cuore e che non rivelerà mai all’altro, se non alla fine. Il lettore conosce il segreto che li opprime, ma nessuno dei due protagonisti avrà la forza e il coraggio di dirlo ad alta voce. Sono segreti oscuri e soltanto uno verrà alla luce.

Così non importa se ora ci confondiamo, se di colpo siamo solo spettri di noi stessi, se infine ci compenetriamo come amanti blasfemi costretti alla fuga dall’insano mormorio della gente. Io ti amo Andrea, perché so che tu, in qualunque vita e in qualsiasi tempo, non mi farai mai del male…

Se questo romanzo fosse un film, lo definiremo un film d’amore drammatico. Io ritengo invece che sia semplicemente realistico. Nella vita di tutti i giorni, ognuno si porta dentro segreti inconfessabili, che non vuole rivelare a nessuno, nemmeno a chi ama con tutto se stesso. Il potere di questa storia sta proprio nei sotterfugi, nelle cose dette a metà, nelle lettere d’amore che arrivano solo alla fine del romanzo e che non possiamo leggere interamente se, come Andrea, non andiamo all’ultima pagina del libro.

Vincenzo racconta queste due storie con grazia e leggerezza, senza ricamarvi troppi merletti intorno. Sono storie di vita vera, cose che potrebbero benissimo accadere nel reale. Non c’è bisogno di romanticizzarle. La vita non è sempre romantica. Andrea e Laura sono due esseri umani e, come tali, hanno sentimenti e pulsioni non sempre controllabili e sensati. La penna di Vincenzo è quindi diretta, come un coltello affilato.

About author

Carmen McIntosh

Carmen McIntosh

Nata nel 1992 e divisa tra gli USA e l'Italia, Carmen impara prima a scrivere che a parlare. Studentessa di Lingue, si nasconde dietro grandi occhiali, libri ancora più grandi e dentro a maglioni enormi. Crede nelle vibrazioni positive di un sorriso e di una risata. Crede anche nell'amore e nei sogni. Carmen è alla perenne ricerca della felicità.

No comments

Potrebbero interessarti

Piccolo Cinema America | Il cinema in piazza © partedeldiscorso.it / Lucia Liberti

Piccolo Cinema America: via da San Cosimato, si va nelle borgate

[caption id="attachment_12166" align="alignleft" width="1024"]Piccolo Cinema America | I...            </div>
        </article>
        
        </div>
    
</div><!-- .recommend-box -->        		            <script>
                ytframe_ID = [];
            </script>
            
            <div class=

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi