Beastars: quando il già visto riesce a riproporsi (e bene)

0
Frame tratto dalla sequenza finale del quarto episodio di Beastars. A sinistra il lupo Legoshi e a destra il cervo rosso Louis, star della scuola e del laboratorio di teatro

Frame tratto dalla sequenza finale del quarto episodio di Beastars. A sinistra il lupo Legoshi e a destra il cervo rosso Louis, star della scuola e del laboratorio di teatro

In un primo momento, una serie come Beastars non sembra avere nulla di nuovo da proporre. Teen drama ambientato a scuola? Vecchio come il mondo. Serie animata con animali antropomorfi? Ci stiamo a malapena riprendendo da BoJack Horseman (per non parlare del successo che ha avuto Zootropolis solo qualche anno fa). I personaggi agiscono in un mondo in cui erbivori e carnivori convivono a stento? Ecco, ora cominciamo a ragionare.

A essere sincera, mi è bastato il semplice trailer della nuova produzione di Netflix, Beastars appunto, tratta dall’omonimo manga di Paru Itagaki, per capire che per quanto le premesse facessero pensare a qualcosa di già visto, in realtà questa serie aveva effettivamente qualcosa da dire.

Erbivori vs carnivori: l’amore impossibile di Beastars tra un lupo e una coniglietta

Il primo incontro tra i due protagonisti di Beastars: Legoshi, un lupo grigio, e Haru, una coniglietta nana

Il primo incontro tra i due protagonisti di Beastars: Legoshi, un lupo grigio, e Haru, una coniglietta nana

La trama principia con l’omicidio di un erbivoro, l’alpaca Tem, da parte di un misterioso carnivoro, eppure vi anticipo già che la dimensione investigativa qui è del tutto assente. La morte di Tem è semplicemente il primo segno di un’inevitabile frattura nell’equilibrio già precario che esisteva tra erbivori e carnivori, poiché la storia preferisce seguire le vicissitudini scolastiche e amorose di Legoshi, un lupo grigio timido e gentile, che incontra in modo decisamente singolare la bella coniglietta Haru.

Lo stile di animazione all’inizio potrebbe stranire lo spettatore per via dei movimenti poco fluidi degli animali (cosa che però non ho notato nelle scene d’azione), ma i colori vivissimi e i disegni in generale sono talmente accattivanti da conquistare al primo sguardo (il frame del palco illuminato alla fine della quarta puntata è qualcosa di incredibile).

Beastars è un prodotto che propone una notevole quantità di temi: tra i principali troviamo l’amore, la sessualità e il bullismo, ma a dire il vero razzismo e diversità sono gli argomenti che più la fanno da padrone, specialmente considerando il rapporto erbivori/carnivori che sembra sempre più incrinato man mano che si prosegue con la visione.


 

Beastars, come molti altri prodotti Netflix, è decisamente arrivata al momento giusto.


La caratteristica che rende Beastars una serie davvero particolare è il proprio il fatto che abbia saputo ribaltare le aspettative. Dal pericolo di “già visto” che rappresentavano il genere e l’ambientazione si ottiene invece una storia che sa assolutamente come coinvolgere e sorprendere chi la fruisce, costruendosi una propria identità, e i personaggi sono tremendamente realistici. Il loro modo di pensare e di comportarsi, per quanto all’inizio sembri assolutamente causale, è invece frutto di una continua evoluzione, cosa che appunto li rende molto, molto umani.

Beastars, come molti altri prodotti Netflix, è decisamente arrivata al momento giusto (almeno per quanto riguarda l’Italia). In questo tempo di quarantena, recuperare le serie TV che ci piacciono o perlomeno ci interessano è di sicuro un buon modo (e un buon motivo) per rimanere in casa. Quindi, sacrificate una passeggiata e mettetevi sul divano o davanti al computer per dare un’occhiata a Beastars: vi farà bene comunque.

About author

Sara Sgarbossa

Sara Sgarbossa

Immaginate una ragazza (quasi) completamente persa nei suoi sogni, sempre alla ricerca di storie da ascoltare o raccontare, innamorata del teatro e del cinema, nerd riscoperta, e avrete come risultato me.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi