Edizioni Il Ciliegio: lo strano caso dell'editor che potrebbe scomparire

0
Il logo della casa editrice Edizioni il Ciliegio

Il logo della casa editrice Edizioni Il Ciliegio

Cosa succede quando l’editor è una donna? Quando il lettore crea un vero e proprio scisma mentale che si riversa sul lato pratico della lettura, può accadere di tutto. Nonostante ciò, l’intervista realizzata con Anna Colombo, editor di Edizioni Il Ciliegio, mi ha spinta a credere che una soluzione per evitare i sessismi ci sarebbe: basterebbe pensare al ruolo ricoperto non più come una pura e semplice questione di organi riproduttivi. Anna Colombo sembra l’esempio perfetto del connubio fra professionalità e professione.

Edizioni Il Ciliegio: cosa significa essere editor?

«Essere editor – a me piace anche usare la parola italiana “redattore” – significa occuparsi della revisione di un testo in modo da renderlo non solo privo di errori ma soprattutto più leggibile, scorrevole, accattivante». Anna riesce a essere sintetica e spiegarmi con parole semplici un mestiere che, di semplice, non ha nemmeno il nome. Abbiamo smesso di riconoscere il redattore come l’equivalente dell’editor e, dunque, utilizzando il corrispettivo italiano sembra quasi volerne screditare la figura professionale.


Cerco sempre di fare il mio lavoro ‘nascondendomi dietro l’autore’, come mi è stato insegnato.


«In sinergia con l’autore, l’editore e con chi si occupa di illustrazione e grafica», continua Anna, «si rilegge e si corregge il manoscritto iniziale fino a farlo diventare un libro pubblicabile e fruibile dal pubblico dei lettori». Quando leggete un libro che per voi è bellissimo, tenete a mente che con tutta probabilità la bozza originale non era proprio così.

Edizioni Il Ciliegio: un editor a trecentosessanta gradi

«Ci sono poi una serie di attività non strettamente connesse alla revisione, come la stesura della quarta di copertina e dei testi di presentazione da inviare a chi si occuperà della distribuzione del libro». Chi segue il progetto che sto portando avanti con #dietrounlibro si sarà accorto che l’attenzione viene canalizzata anche verso le quarte di copertina, a volte prolisse, troppe volte fuorvianti. È dunque solo colpa del redattore? Non di certo.

Anna però mi racconta che il lavoro dell’editor non è ancora finito: «Molto spesso, a monte, l’editor viene coinvolto anche nella valutazione dei testi da pubblicare e delle illustrazioni, nella scelta di temi da trattare o nella proposta di possibili spunti da dare agli autori su argomenti di particolare interesse». L’editor non è quindi un semplice manovale, addetto alla rielaborazione dei testi, ma una figura più ampia e integrata nella filiera produttiva del libro.

Edizioni Il Ciliegio: lettori, scrittori e percezione

Lo stand della casa editrice Edizioni Il Ciliegio durante il Salone della Cultura di Milano. Foto dalla pagina Facebook della casa editrice

Lo stand della casa editrice Edizioni Il Ciliegio durante il Salone della Cultura di Milano. Foto dalla pagina Facebook della casa editrice

Ho chiesto ad Anna se, secondo lei, i lettori siano a conoscenza dell’importanza degli editor e del loro lavoro. Mi risponde: «Credo che no ed è anche giusto che sia così. Io cerco sempre di fare il mio lavoro “nascondendomi dietro l’autore”, come mi è stato insegnato. La revisione ha lo scopo di valorizzare il lavoro di chi ha scritto, non di modificarlo fino al punto da farlo diventare il lavoro di chi ha editato il testo». Poi mi dice che con gli scrittori il rapporto in genere è amichevole. Forse una risposta diplomatica o forse, per Anna, il tempo passato con gli scrittori è davvero piacevole, al punto da proseguire rapporti di amicizia anche dopo le pubblicazioni.

Ma come si diventa editor? «Non esiste un percorso definito. Io ho una laurea in Lettere moderne, alla quale ho fatto seguire alcuni corsi post laurea (in particolare uno presso la Scuola di Editoria Piamarta di Milano). Ho avuto poi esperienze di vario genere nel campo dell’editoria. Al di là dei titoli di studio, però, credo sia importante amare la scrittura e, soprattutto, la lettura».

Edizioni Il Ciliegio: editare per far leggere i bambini


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Edizioni Il Ciliegio (@edizioniilciliegio) in data:

Con Anna abbiamo affrontato anche la tematica dei libri per bambini. Come si editano? Mi risponde:«Negli ultimi anni, Il Ciliegio mi ha affidato, con mio grande piacere, la revisione di molti testi per bambini. Ormai la maggior parte dei libri di cui mi occupo sono rivolti ai più piccoli. I bambini sono molto più attenti di quanto si creda a ciò che viene scritto per loro, quindi è importante lavorare perché abbiano a disposizione testi gradevoli e curati nel dettaglio.

«I piccoli possono rileggere o farsi rileggere un libro anche decine di volte, arrivano a sapere a memoria intere pagine o brani. Se amano un’opera, si immergono nella lettura con grande interesse e partecipazione. Per questo motivo intercettano, forse anche più degli adulti, le incoerenze, le ripetizioni, gli errori.

«Nella revisione di testi per bambini e ragazzi è molto importante anche l’attenzione alle illustrazioni, che hanno un ruolo fondamentale nel completare e rendere più bello il testo».

Edizioni Il Ciliegio: la crisi che insegue l’editor

La crisi è da sempre una parola che accompagna l’editoria: l’editor è una figura che rischia di scomparire per risparmiare? «Il rischio senz’altro c’è. Tuttavia penso esista ancora, a tutela di questa figura professionale, la volontà di pubblicare testi curati».

Anna ha ragione, la volontà c’è. Basterà mai per continuare il percorso di crescita di editori e scrittori?

About author

Ylenia Del Giudice

Ylenia Del Giudice

Classe '89, romana. Appassionata dell'arte in generale, di mercatini e di tutto ciò che non conosco, lavoro in una tipografia tra inchiostri e grafiche. Non amo affatto le imposizioni e mi piace sperimentare perché mi annoio spesso. Dormo poco, bevo tanto caffè e sono una fan dei telefoni spenti.

No comments

Potrebbero interessarti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi