Hell Raton chi? I nuovi giudici di X Factor 2020

0
Dettaglio di un ritratto di Hell Raton realizzato da Roberto Graziano Moro

Dettaglio di un ritratto di Hell Raton realizzato da Roberto Graziano Moro

Martedì 9 giugno, durante la puntata di E poi c’è Cattelan, sono stati svelati i nomi dei quattro giudici di X Factor 2020: Manuel Agnelli, Mika (due volti già noti al programma), Emma Marrone e Manuel Zappadu, in arte Hell Raton. Andando a indagare tra le reazioni del pubblico medio di X Factor nelle varie pagine social del programma (sia Instagram che Facebook), si scopre che i commenti nei confronti di quest’ultimo artista sono particolarmente pungenti: «Chi?», «Sarebbe bello vedere dove lo avete trovato», «Ma chi è?», «Ma quando contatterete me per i casting a giudice?», «Allora l’anno prossimo posso essere pure io giudice a X Factor» sono solo alcuni esempi.

Quando in un programma televisivo – soprattutto in un talent – che ha un così grande seguito vengono selezionati dei giudici sconosciuti al grande pubblico, giovani, che appartengono a un genere musicale diverso dal pop, si scatenano questo tipo di dibattiti. Era già successo con Fedez e Sfera Ebbasta, ora con Hell Raton, e scommetto che potrebbe accadere anche con nomi del calibro di Marracash o Fabri Fibra, veri e propri pilastri dell’hip hop italiano.

Manuel Zappadu è un giovane, classe 1990, che lavora nell’ambito della musica rap da quando era un ragazzino. Nel 2013 insieme a Salmo, Enigma e Dj Slait – suoi colleghi – fonda un’etichetta discografica indipendente, la Machete Empire Records, di cui è amministratore delegato, direttore creativo e talent scout. L’etichetta è da anni un punto di riferimento nella scena rap per quegli artisti emergenti che non si interessano semplicemente alla visibilità (puntando a contratti con le majors) ma che credono profondamente in un progetto musicale a trecentosessanta gradi, che spazi dalla musica alla street art, al concept visivo degli album e dei live.


Il genere musicale di appartenenza non ha nulla a che vedere con la competenza musicale, la preparazione in materia, la passione, la dedizione, l’informazione e la capacità di giudizio.


Ogni qualvolta si introduce un viso nuovo nella televisione – ormai mezzo di comunicazione tradizionale – si tende a storcere il naso, a priori. Si tende a sminuire ciò che non si conosce, non reputandolo all’altezza. Come se ci fosse paura della novità.

Provenire dall’ambiente rap non significa non conoscere il mondo della musica o non avere un bagaglio culturale musicale all’altezza del ruolo di giudice. Negli ultimi anni abbiamo assistito a un’esplosione dell’hip hop italiano, impensabile fino a dieci anni fa. Evidentemente, però, è ancora incredibile accettare che un ragazzo giovane, un rapper non propriamente famoso, possa essere capace di giudicare altri cantanti. Forse perché il rap viene considerato ancora un genere di nicchia: ma è davvero così?

Se si guardano le classifiche di Spotify i nostri rapper fanno numeri che non hanno nulla da invidiare a un artista pop medio, per non parlare dei concerti sold-out nei palazzetti. Il gusto personale sul genere è un altro discorso: il rap può non piacere, ma la competenza musicale di una persona che lo pratica non può essere messa in discussione. Il genere musicale di appartenenza non ha nulla a che vedere con la preparazione in materia, con la passione, la dedizione, l’informazione e la capacità di giudizio. Essere giovane, inoltre, non significa non essere capace o non avere abbastanza esperienza. Se a trent’anni si è amministratori delegati di un’etichetta discografica indipendente, forse qualche talento c’è.

About author

Eleonora Pasetti

Eleonora Pasetti

Classe '96, laureata in Comunicazione ed iscritta alla specialistica in Scienze Politiche e di Governo. La politica non piace quasi a nessuno, ma a me sì. Penso sia importante sapere cosa succede intorno a noi, e capire che ogni azione ha una sua conseguenza: scrivo principalmente di questo.

No comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi