Elena Ciuprina: l'illustratrice che fa perdere la testa alle maison

0
In foto, Elena Ciuprina realizza un'illustrazione durante un evento RedValentino a Praga

In foto, Elena Ciuprina realizza un’illustrazione durante un evento RedValentino a Praga

La creatività per irretire delle parole chiave, i fogli dalla grana spessa e ruvida per assorbirle e un pennello per trasmutarle in immagini dai colori brillanti e linee leggere a tratti spigolose e sinuose. Un lavoro fatto di equilibri, sensazioni fluttuanti e figure tangibili di donne e abiti, dove la celerità è tutto, perché un solo errore e l’acquerello non perdona.

Sono i disegni di Elena Ciuprina, 30 anni, l’illustratrice di moda con background in fashion design, che le case di moda più prestigiose reclamano per la sua bravura.

Nata a Chisnau in Moldavia, per 12 anni ha vissuto in Polonia, a Cracovia, dove si è laureata in Fashion design all’Accademia di Belle Arti con la magistrale in Pittura. Amante delle sfide, arrendersi non rientra nella sua filosofia di vita e, con dedizione, passione e pennello alla mano fin da bambina, segue i suoi sogni: l’arte e la moda.


Immancabile e puntuale è la sua presenza nei front row delle sfilate durante la Settimana della Moda, per illustrare dal vivo, con la massima attenzione modelle e capi in passerella.


Nel 2015, vince con i suoi abiti il primo premio del Fashion Illustration del Poznan Art & Fashion Forum, con gli elogi dello stilista francese Jean-Charles de Castelbajac, ed entra nella top 5 dei designer più promettenti del concorso Mogus di Vogue Talent. Da qui, l’ascesa nella carriera di illustratrice di moda e i disegni per le prestigiose maison di moda: Bvlgari, Fendi, Chanel, MaxMara, Red Valentino, Loro Piana, Casadei, Swarovski e Patek Philippe.

Immancabile e puntuale è la sua presenza nei front row delle sfilate durante la Settimana della Moda, per illustrare dal vivo, con la massima attenzione modelle e capi in passerella. Ora che è in procinto di trasferirsi a Milano, ci ha raccontato sogni, desideri realizzati e un’altra particolare passione.

Illustrazione di Elena Ciuprina per MaxMara

Illustrazione di Elena Ciuprina per MaxMara

Elena è…

«Una persona che affronta qualsiasi circostanza della vita, buona o cattiva che sia, con grande intensità e profondo coinvolgimento».

Che ricordi hai della tua infanzia?

«Ricordo soprattutto le calde estati, trascorse sotto il sole in una campagna dai colori brillanti e in libertà. Grazie a mio padre, ho sviluppato il mio interesse per l’arte e il design: lui è un architetto e ha sempre fatto in modo che i miei interessi spaziassero tra la pittura, il disegno e il design».

Illustratrice, ma anche stilista. Qual è la caratteristica principale dei tuoi abiti?

«Ho iniziato la mia carriera come fashion designer e per questo il mio focus è produrre dei tagli originali, dalle linee molto sofisticate, basate su elementi architettonici».


Essere una stilista significa trasferire la mia visione, il mio senso del bello e il mio vissuto in un prodotto creato perché altri lo indossino, così da portare le mie idee nel mondo.


Fai ancora riferimento all’architettura?

«Certamente, anche se è meno chiaro nelle mie illustrazioni. Direi che perlopiù si nota nelle atmosfere e nel ritmo, piuttosto che in specifici elementi del disegno».

Cosa vuol dire per te essere una stilista?

«Creare dei capi partendo da idee astratte, dall’ispirazione, e trasferire la mia visione, il mio senso del bello e il mio vissuto in un prodotto creato perché altri lo indossino, così da portare le mie idee nel mondo».

Stilisti preferiti?

«Pierpaolo Piccioli, Haider Ackermann, Cristobal Balenciaga».

Il capo d’abbigliamento che ami?

«Levis 501 jeans».

Illustrazione di Elena Ciuprina per Max Mara, ispirata a uni show di Cecilie Bahnsen

Illustrazione di Elena Ciuprina per Max Mara, ispirata a uni show di Cecilie Bahnsen

Quando nasce la passione per l’arte?

«Non ho altra memoria di me stessa, da bambina, se non con una matita o un pennello nelle mani».

Oltre alla moda e all’arte hai altre passioni?

«Sì, ne ho una ed è il taekwon-do. Non ha alcuna attinenza con il mondo della moda, lo so, ma per gran parte della mia vita mi sono dedicata a questa arte marziale. Mi piace anche disegnare dal vivo mentre viaggio, è un modo per avere un diario fatto di immagini».

Conservi ancora i disegni degli studi accademici a Cracovia?

«Alcuni sì, soprattutto qualche pittura a olio fatta per la mostra della mia laurea».

Ci sono degli artisti ai quali ti ispiri?

«Certamente! Guardare le opere dei grandi artisti fa volare la mia immaginazione. I miei favoriti sono Mark Rothko ed Henri Matisse».

Illustrazione di Elena Ciuprina di un design di Koche per Nike

Illustrazione di Elena Ciuprina di un design di Koche per Nike

Gli illustratori che ammiri?

«Bil Donovan, Kenneth Paul Block, Bernie Fuchs».

Le illustrazioni che preferisci?

«Cambia a seconda del periodo, in questo momento mi piace una delle illustrazioni fatta da Koche per la sua collaborazione con Nike: mi piace il suo movimento, la dinamica e l’esplosione di colori. Mi piace anche un lavoro per Max Mara, che si trova ora nel design office di Max Mara, una delicata illustrazione di un momento romantico tratta da uno show di Cecilie Bahnsen».

Che materiali usi per i tuoi lavori?

«Inchiostro, colori ad acqua e disegno digitale».

Quali colori usi e quali sentimenti vuoi comunicare?

«Dipende dal disegno, ma in generale uso colori intensi e brillanti, che indicano emozione, passione, movimento. Il mio colore preferito è il rosso».


Spesso inizio a dipingere direttamente con pennello e colori ad acqua per mantenere quell’impressione di freschezza e semplicità tipica della tecnica ad acquerello.


Quale tecnica pittorica usi?

«La mia tecnica preferita è l’acquerello. Ti costringe a pensare e ad agire velocemente, mentre i colori e la carta sono ancora bagnati. Il risultato finale è sempre ricco di sorprese, perché non puoi controllarlo al 100%».

Step by step di una tua illustrazione.

«Tutto parte con l’idea, con il concetto che voglio comunicare. Possono esserci alcune parole chiave, come libertà, energia, forza, chiarezza e velocità, che definiranno le caratteristiche della linea, il senso del disegno e la scelta dei colori. Faccio, poi, alcuni bozzetti per definire la composizione generale e la posizione del modello. Dopo mischio i colori e, spesso, inizio a dipingere direttamente con pennello e colori ad acqua per mantenere quell’impressione di freschezza e semplicità tipica della tecnica ad acquerello. Aggiungo qualche dettaglio, cercando sempre di mantenere la leggerezza del disegno grazie al bilanciamento tra la precisione della linea e la leggerezza del colore, sempre tenendo in mente le parole chiave».

Illustrazione di Elena Ciuprina per il fumetto Blade Girl, realizzato per Casadei

Illustrazione di Elena Ciuprina per il fumetto Blade Girl, realizzato per Casadei

Cosa porti sempre con te a una sfilata?

«Album da disegno e una scelta di pennelli a inchiostro».

Solitamente da cosa prendi ispirazione?

«Da esperienze personali, dalla storia della moda, dalla street photography, da editoriali di moda e dall’atmosfera degli eventi di moda».

In che modo tieni viva la tua creatività?

«Tengo sempre gli occhi ben aperti, visito molte mostre, partecipo a eventi di moda, leggo libri sulla moda e la storia del design, di fotografia, biografie di artisti e cerco di approfondire ogni soggetto, di analizzarlo in profondità e trovando i punti di connessione tra differenti soggetti».


Sono convinta che i valori personali dell’artista si manifestino sempre nei suoi lavori.


L’emergenza da Covid-19 ha influito sulla tua arte?

«Ha influito su alcuni miei progetti, tra cui una serie di illustrazioni per Casadei. Abbiamo creato un fumetto sulla moda, con protagonista un’eroina di nome Blade Girl. Quando la pandemia è esplosa, abbiamo cambiato la storia per renderla in linea con la realtà, mantenendo i disegni sempre divertenti, colorati e molto fashion, con Blade Girl costretta, come la maggior parte delle persone, a rimanere a casa, cucinando ricette prese dal Libro di ricette Casadei, vestendosi elegantemente per un aperitivo sul balcone mentre sogna la libertà».

Hai mai usato le tue illustrazioni per schierarti su temi di attualità?

«Sono convinta che i valori personali dell’artista si manifestino sempre nei suoi lavori, a prescindere dai temi di attualità».

Il lavoro più complesso che hai fatto?

«Le illustrazioni per #CasadeiWorld. È stato il mio primo lavoro fatto su un character design».

Il progetto che ti ha entusiasmato di più?
«Creare illustrazioni dal vivo durante le settimane della moda, è il progetto di più lunga data e più intenso».

Come riesci a cogliere i dettagli durante una sfilata?

«Sono molto veloce e decisa. Quando vedo arrivare la modella decido subito qual è la cosa più importante del suo look: colore, silhouette, tessuto o alcuni dettagli originali. Guardo, analizzo e disegno contemporaneamente, non catturo tutti i dettagli, ma quelli più significativi».

Illustrazione di Elena Ciuprina per MaxMara

Illustrazione di Elena Ciuprina per MaxMara

Se dovessi fare un viaggio nel mondo della moda, in quale epoca vorresti vivere?

«Anni Sessanta e Settanta del Novecento».

Cosa consiglieresti ad altri illustratori che vogliono emergere?

«Di imparare le tecniche e trovare uno stile personale».

Cosa rappresenta per te l’arte?

«La vita spirituale».

La soddisfazione più grande della tua vita?

«Essere stata in grado di realizzare i sogni che avevo da bambina, di scappare dalla grigia realtà di un Paese sovietico e di lavorare nella moda».

Cos’è per te la felicità?

«Fare ciò che ami per vivere».

Ci dai un’anticipazione del tuo prossimo progetto?

«Creare una galleria online dei miei lavori».

About author

Francesca Garofalo

Francesca Garofalo

Amo scrivere perché ho l'opportunità di mettere su un foglio bianco le mie dita, le mie idee, le mie emozioni, un desiderio irrefrenabile di dire la verità, irriverenza, ironia. Non sarà molto, ma quando ami qualcosa alla follia non resta che perseverare.

No comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi