Cose che non so è una strada tutta da percorrere

0

  Cose che non so è il nuovo singolo del cantautore marchigiano Lorenzo Sbarbati, una concreta ammissione di vulnerabilità, incertezza e desiderio di scoperta. Un desiderio che si racconta attraverso le parole sincere dell’artista, intrecciate alle immagini dalla forte potenza evocativa che compongono il videoclip del brano, che vi mostriamo oggi in anteprima su Parte del Discorso.

 

Error: Invalid URL!

 

Ho sempre fatto fatica a delineare i contorni delle mie emozioni, a dare un nome alle cose. Ho capito più tardi che alcuni sentimenti risuonano come domande e per trovare risposte alle domande, spesso, dobbiamo darci del tempo. Questo tempo diventa solo un altro nome che diamo alla pazienza di cercare. Succede che il tempo passi ma le risposte non ci siano: e allora cosa succede?

Cose che non so è un singolo in cui non troverete risposte, ma solo domande intersecate tra di loro. La bellezza di una narrazione che non segue una linea precisa, ma che si lascia la libertà di indagarsi. Nelle parole di Cose che non so c’è una sfumatura di umanità che spesso perdiamo: l’incertezza. Incertezza che spesso si accosta alla paura, che si disvela nel momento in cui non abbiamo nulla di concreto davanti ai nostri occhi.


L’incertezza, che dell’insicurezza è la causa principale, rappresenta di gran lunga lo strumento di potere più incisivo, anzi, la sua essenza stessa.

Zygmunt Bauman, Danni collaterali: Diseguaglianze sociali nell’età globale

In queste parole di Zygmunt Bauman c’è la radice e la forza del nuovo singolo di Lorenzo SbarbatiCose che non so trasforma l’incertezza nella chiave di un racconto che appartiene a tutti, che veste una parte del vissuto di ognuno di noi, soprattutto in questi mesi in cui tutto sembra sospeso ma la paura di non avere una risposta concreta, quando usciremo di nuovo dalla porta di casa, è forte. L’arrangiamento aiuta il singolo ad inserirsi in una dimensione meno cupa e più scanzonata, disinvolta: questo binomio rende Cose che non so una perfetta colonna sonora per il nostro continuo andare.

Cose che non so

Cose che non so è il nuovo singolo di Lorenzo Sbarbati, che anticipa il suo primo album in uscita nel 2021

Allo stesso modo, niente fabula per il videoclip che accompagna il brano: l’intreccio di più situazioni è lo sfondo di un brano che è in continuo divenire. Non abbiamo bisogno di una narrazione che segua un filo logico, bensì di una narrazione che segua la canzone per metafore: il video mostra il cantautore diventare protagonista di numerose situazioni che sembrano molto diverse, ma che in comune poi ritrovano quel senso di inadeguatezza dato dal non trovarsi e non ritrovarsi, nelle risposte degli altri, nelle performance che gli altri ci chiedono. Allora l’idea più adeguata sembra quella di fermarsi e vivere questo tempo, senza dover rincorrere nessun futuro.

Cose che non so non è un brano da ascoltare quanto piuttosto un brano verso cui porsi in ascolto: la narrazione per Lorenzo Sbarbati è il fulcro centrale, una narrazione che prende spunto da un vissuto per poi modellarlo e renderlo vivo attraverso la musica. Una narrazione sincera e vulnerabile, perché non si nasconde nei cliché ma racconta una verità universale, quella della ricerca di un’affannosa risposta; ma con altrettanta sincerità ammette che no, quella risposta spesso è soltanto l’inizio di una nuova domanda. Ma questo è necessariamente un problema? No, se riusciamo a godere della lentezza: mettendo su il caffè, concentrandoci sul suono della moka, non sulla lavatrice che fa rumore o sul coinquilino che urla al piano inferiore.

 

About author

Virginia Ciambriello

Virginia Ciambriello

Malinconica seriale, non ho da offrire nulla eccetto la mia confusione - come disse Kerouac. Amo tutto ciò che è arte e ho due ossessioni: il pistacchio e i tramonti. Sono romantica fino all'osso e siccome non riesco a dirlo, lo scrivo.

No comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi