Gabriele Conte: «I miei colori per un'emozione»

0

Da sempre nutro una profonda ammirazione per la creatività, e ancora di più per chi della creatività fa la propria vocazione. Così quando ho conosciuto Gabriele Conte e la sua concept art, la meraviglia e la curiosità mi hanno travolta.

Siciliano di origine e bolognese di adozione, Gabriele ha trasformato la passione per il disegno nel suo progetto di vita. E il disegno è oggi un filo rosso che guida ogni suo passo. E’ proprio di lui e della nostra chiacchierata che voglio raccontarvi in questo articolo.

Gabriele Conte: Chi è?

Gabriele Conte

Gabriele Conte è un concept artist freelance, siciliano di origine e bolognese di adozione.

Gabriele Conte nasce a Palermo, classe 1988. Inizia a disegnare già alle scuole medie e fino ad oggi non ha mai smesso. A Palermo frequenta il Liceo Artistico e l’Accademia di Belle Arti, poi si trasferisce a Bologna per il biennio in Scenografia. «Ho scelto il percorso in scenografia perché abbraccia varie materie artistiche, ed è l’indirizzo più ampio a livello progettuale», mi spiega.

L’arte è fortemente legata alla percezione del sé. Per essere artisti fedeli a se stessi, bisogna prima imparare a conoscersi.
Gabriele Conte

Pur facendo tesoro di quest’esperienza, Gabriele resta deluso dall’Accademia di Bologna: «E’ troppo teorica, spesso fine a se stessa.» Le materie insegnate non sono all’avanguardia e l’alunno è lasciato da solo. Ma Gabriele Conte si ritiene fortunato anche in questo senso. «Nel mio percorso ho incontrato docenti che mi hanno aiutato a tirare fuori l’artista che era in me. Non tutti hanno questa opportunità.»

Gabriele Conte

Autoritratto, Gabriele Conte.

La tecnica del disegno digitale è quella che più affascina Gabriele Conte nel biennio. Grazie a un corso in animazione, scopre questo modo di fare arte per non abbandonarlo mai più. Tramite il disegno professionale su Ipad dà libero sfogo a fantasia e creatività, realizzando dei veri e propri capolavori.

Nonostante si definisca profondamente ipercritico, Gabriele non rinuncia mai a lasciarsi ispirare. «Non sono mai soddisfatto al 100% del mio lavoro. Ma ciò mi spinge a ricercare sempre nuovi stimoli, devo essere io a far emergere la mia arte e il mio stile.»

Gabriele Conte: Il disegno digitale

Gabriele Conte

Gabriele Conte usa la tecnica del disegno digitale per creare paesaggi e personaggi.

Quando Gabriele inizia a parlarmi del disegno digitale, stento a credere che tanti sminuiscano questa tecnica artistica. Molti lo confondono col fotoritocco, ma non è così semplice come si potrebbe pensare. Vi sono vari elementi che si aggiungono rispetto al disegno, con l’utilizzo di materiali concreti.

Uso la tavolozza per trasmettere sensazioni ed emozioni inaspettate. Come ogni disegnatore, voglio superare i miei limiti.
Gabriele Conte

Dai tempi dell’Accademia, Gabriele Conte ha a cuore due artisti a cui si ispira. Si tratta di Jordan Grimmer, concept artist di videogiochi e copertine di libri, e Loish, creatrice di personaggi. Gabriele ha la pazienza di raccontare a una profana come me cosa significhi concept art«E’ il processo creativo alla base di ogni idea cinematografica o di gaming. Può riguardare personaggi, ma anche luoghi e oggetti. Si parte da un background visivo, rifacendosi a uno stile esistente per creare un personaggio. Ne risulta un bozzetto che deve corrispondere alla traccia data.»

Gabriele Conte

Gabriele Conte: Paesaggio fantastico creato con la concept art.

Muovendosi nell’universo della concept art, Gabriele Conte adora creare paesaggi immaginari. «Quando li disegno mi sento libero. Lavoro su orizzontalità e verticalità, e se ottengo effetti che richiamano la realtà, mi sento molto realizzato.» Per quanto riguarda i suoi personaggi, invece, Gabriele lascia sempre una parte di sé nei soggetti che tratteggia. Questi sono spesso accompagnati da didascalie autografe, e sono il frutto dell’ispirazione proveniente da serie TV o stimoli esterni.

Gabriele Conte: Le emozioni attraverso il colore

Gabriele Conte

Lo stile di Gabriele Conte punta tutto sul colore. In questa serie, è riuscito a rappresentare lo stesso vicolo trasmettendo emozioni diverse con colori diversi.

Quando gli chiedo di parlarmi del suo stile, Gabriele riconosce la difficoltà di esprimerlo con parole proprie. «Avere un proprio stile richiede sforzo e dedizione. C’è chi guarda dei disegni e riesce a riconoscerli come miei, mentre io non saprei proprio come definirlo.» Sicuramente, lo stile di Gabriele Conte punta tutto sul colore. «Uso la tavolozza per trasmettere sensazioni ed emozioni inaspettate. I miei esperimenti sono quelli di ogni disegnatore che vuole superare i propri limiti», mi racconta.

Gabriele Conte

My Egypt. Paesaggio immaginario creato da Gabriele Conte

Con parole semplici ma salienti, Gabriele mi spiega che la capacità artistica ha a che fare con la propria identità. «L’arte è fortemente legata alla percezione del sé. Per essere artisti fedeli a se stessi, bisogna prima imparare a conoscersi.» L’arte di Gabriele Conte, dunque, mira a suscitare emozioni con il colore. «Persino una roccia può dare delle sensazioni, tutto dipende da come la si rappresenta», mi dice. E subito dopo mi confida che non c’è nulla che non disegnerebbe, ogni soggetto può essere spunto di creatività.

Disegno per la giornata internazionale contro omofobia.

Disegno di Gabriele Conte per la giornata internazionale contro l’omofobia.

A proposito di colori, Gabriele asseconda la sua creatività anche con disegni a tema arcobaleno. I suoi lavori con soggetti gay/erotici hanno come obiettivo la demolizione dello stigma sociale. «Il disegno è lo strumento più antico che abbiamo per rappresentare la realtà. Siamo tutti diversi, e il disegno è potente nella capacità di includere le diversità. Essendo io stesso parte della comunità LGBT, non posso fare altro che dargli voce e spazio». Con i suoi lavori, Gabriele vuole dare apertura mentale, scatenando nuove emozioni e interrogativi in chi li osserva.

Gabriele Conte: Cartoline da Palermo

Gabriele Conte

I disegni di Gabriele su Palermo hanno scatenato in tante persone la nostalgia per la Sicilia. In foto, la sua rappresentazione di Piazza San Domenico a Palermo.

Tra i suoi esperimenti creativi Gabriele Conte annovera anche una serie su Palermo. Nel suo tentativo di rappresentare la propria città natale, Gabriele è riuscito ad arrivare lontano. Il suo vicolo di Palermo ha ricevuto oltre 1200 condivisioni, e c’è stato persino chi gli ha scritto dall’estero.

«Mi hanno contattato dall’Australia per dirmi che i disegni su Palermo avevano scatenato la nostalgia per la Sicilia. E’ stato meraviglioso sentire il calore della mia gente, che ha accolto i miei colori». Con Palermo, Gabriele Conte ha descritto a modo proprio una città che tutti amano e odiano allo stesso tempo.

Gabriele Conte

Nei disegni di Gabriele, la Sicilia risplende in tutta la bellezza delle sue contraddizioni.

La serie su Palermo ha fruttato a Gabriele numerosi riconoscimenti e collaborazioni. Tutto questo grazie anche al web, che gli ha permesso di arrivare il più lontano possibile. «Il Coronavirus ha aumentato la nostra presenza sul web, e ho deciso di sfruttarlo al massimo per diffondere la mia arte». Gabriele Conte è consapevole che la nostra vita si svolge ormai principalmente sul web. E quale miglior modo per renderla virale, se non tramite i social media?

Gabriele Conte: Essere artisti in Italia, sogni e speranze

Allo scoppio della pandemia di Coronavirus, Gabriele ha dedicato un bellissimo disegno all’Italia sofferente. Il suo post su Instagram, accompagnato da una poesia, ha ricevuto tanti complimenti e suscitato varie reazioni.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Gabriele Conte (@gabriele_conte88)

Ma in Italia le professioni creative non vengono apprezzate, lo sappiamo bene. «In Italia, disegnare non è un mestiere, viene sempre visto come un hobby». E Gabriele mi fa notare il paradosso alla base di tutto ciò. «Il nostro Paese è da secoli la culla delle arti ma non gli si dà spazio. Si fa fatica a capire che chi nasce con una propensione creativa andrebbe assecondato».

Gabriele Conte

Un personaggio creato da Gabriele per un disco del cantante Francesco Praino. Titolo: Agnello.

Proprio per questo, Gabriele Conte guarda all’estero con ammirazione e forse anche con qualche speranza. Sogna un posto di lavoro come concept artist, magari in uno studio di animazione. Per lui, l’animazione è un progetto a più mani in cui vincono l’energia e la voglia di fare. La definisce una macchina di tanti ruoli diversi, e la paragona a «una nave condotta da tanti marinai». E mentre lo dice, incrocio le dita perché possa imbarcarsi su questa nave, alla volta del lavoro dei suoi sogni.

Dopo aver conosciuto Gabriele, la sua passione, la sua arte personalissima e speciale, mi sento più arricchita. E’ confortante sapere che nel mondo esistono persone come lui.

Persone che non si arrendono di fronte alle difficoltà e mettono cuore e impegno in ciò che amano. L’arte di Gabriele può davvero risvegliare emozioni con i colori, arrivare lontano, abbattere i muri del pregiudizio. Merita di arrivare lontano, di essere riconosciuta. E spero con questo articolo di aiutare Gabriele nell’intento.

About author

Cristina Iorno

Cristina Iorno

Cristina ama le lingue come se fossero persone. O forse le ama perché, proprio con le persone, la mettono in contatto. Per mantenere viva la sua storia d'amore con inglese, tedesco e spagnolo, Cristina si serve di libri, viaggi, film, serie tv e canzoni. Dopo aver vissuto in Germania, Polonia e Spagna, e aver girato in lungo e in largo, si sente più che mai una cittadina del mondo. Crede nell'amicizia, nel valore della semplicità e nel destino, tant'è che Serendipity è una delle sue parole preferite. Ambientalista in erba, Cristina colleziona cartoline di tutti i posti che è riuscita a visitare e spera di raccoglierne presto da tutti i continenti.

No comments

Potrebbero interessarti

Katharina-Nocun2

“So che quando ti chiamerò solo tu sarai tu”: la fragilità degli affetti spiegata da Bauman

[caption id="attachment_8943" align="aligncenter" width="1600"]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi