Un tè nel bosco, la gentilezza illustrata da Cefalo e Magnasciutti

0

Un tè nel bosco sarebbe una bella idea, di tanto in tanto, no? Una piccola area sotto la chioma di un albero, qualche briciola da lasciare agli uccellini.

Solo una persona gentile è in grado di giudicare equamente un altro e di considerare, nel farlo, dei margini per le sue manchevolezze. Un occhio gentile, mentre riconosce i difetti, sa vedere oltre questi.

Lawrence Lovasik non era digiuno al concetto di gentilezza e di cura verso il prossimo, ad esempio. Si potrebbe dire lo stesso di Ludovica Cefalo, illustratrice di Un tè nel bosco, pubblicato da Barta edizioni.

 

Un tè nel bosco: antica gentilezza

La mano di Ludovica Cefalo è una carezza su quella carta spessa. Le illustrazioni hanno colori tenui, sfumature del blu e del rosso che si tramutano in azzurro e arancione. Non si parla nell’albo illustrato perché anche il silenzio è importante per lasciar correre l’attenzione sui gesti.

Potrebbe trattarsi di un uomo o di un orso dalle fattezze umane, chi può dirlo? Questa figura che vive in una casa nel bosco si prende cura dello spazio circostante. Raccoglie così una lettera andata perduta – forse.

Attraversa la città, incontra auto e un gatto randagio, si scontra con la mancanza di gentilezza di un forno dove non si può pagare i biscotti con un fiore. Sente la mancanza, ci può navigare per tutto il suo viaggio. Prova a rimandare, torna indietro e non riesce a ignorare quella lettera che ha perso il destinatario.

Ci si può perdere nelle vie della città, negli occhi e nei gesti della gente. Ci si può perdere in un verbo, invitare; in un sostantivo, gentilezza. Ci si può perdere toccando la carta spessa che scivola fra le mani. Non è un invito gentile anche questo?

Un tè nel bosco: al cor gentil rempaira sempre amore

Guinizzelli l’aveva decantata, quella nobiltà d’animo evidenziata dallo Stilnovismo utilizzandone versi divenutine poi il manifesto. Perché oggi sembra così difficile mettere in pratica ciò che potrebbe essere una capacità umana?

Per i più restii a credere che si possa correlare un tema come la gentilezza a un fattore di ricerca scientifica, Researchgate consente di leggere una ricerca pubblicata nel 2018, ad esempio. La gentilezza riduce la possibilità di entrare nel loop della depressione.

Ma ancora, Carlo Rovelli, fisico teorico, propone Ci sono luoghi del mondo dove più che le regole è importante la gentilezza, un vero e proprio manifesto per una scienza gentile.

un tè nel bosco

Allora ci si può smarrire come un verbo in un periodo lungo o una creatura in una selva di edifici e semafori […], tratto dalla terza di copertina di Un tè nel bosco, di Ludovica Cefalo con uno scritto di Fabio Magnasciutti, Barta edizioni. Foto di Ylenia Del Giudice

About author

Ylenia Del Giudice

Ylenia Del Giudice

Classe '89, romana. Appassionata dell'arte in generale, di mercatini e di tutto ciò che non conosco, lavoro in una tipografia tra inchiostri e grafiche. Non amo affatto le imposizioni e mi piace sperimentare perché mi annoio spesso. Dormo poco, bevo tanto caffè e sono una fan dei telefoni spenti.

No comments

Potrebbero interessarti

Owen Wilson, Jacob Tremblay, Izabela Vidovic e Julia Roberts in Wonder, di Stephen Chbosky. Foto di Dale Robinette

Wonder: standing ovation alle battaglie vissute con gentilezza [ANTEPRIMA]

[caption id="attachment_11749" align="aligncenter" width="1200"]Owen Wilson, Jacob Tremblay, Izabela Vidovic e Julia Roberts ...            </div>
        </article>
        
        </div>
    
</div><!-- .recommend-box -->        		            <script>
                ytframe_ID = [];
            </script>
            
            <div class=

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi